Matteo Giupponi, chi è l’atleta azzurro: carriera e curiosità

0
51

Scopriamo tutto su Matteo Giupponi, chi è l’atleta azzurro: carriera e curiosità, cosa sapere sul marciatore italiano.

(MUSTAFA ABUMUNES/AFP via Getty Images)

Nato a Bergamo l’8 ottobre 1988, una ventina di convocazioni in Nazionale, Matteo Giupponi è sicuramente uno dei più noti fondisti azzurri, che in questi anni ha scritto pagine importanti per lo sport italiano. Tre volte campione italiano, 10.000m marcia: 2013, 50km: 2014, 5000m ind. 2014, ha partecipato alle Olimpiadi di Rio.

Leggi anche -> Alex Schwazer, le Olimpiadi di Tokyo come risarcimento per gli anni persi

Proprio ai giochi olimpici di quasi cinque anni fa, ha ottenuto il miglior risultato a livello internazionale della sua carriera, classificandosi ottavo nella marcia 20 km. Non ha però saputo ripetersi nei 50 km, bloccato da un infortunio che lo ha costretto a ritirarsi dalla gara ma non solo.

Leggi anche -> Doping, sentenza caso Schwazer: “Il fatto non sussiste”

Cosa sapere sul marciatore azzurro Matteo Giupponi

Difatti dopo i giochi olimpici, è rimasto fermo alcuni mesi per un distacco parziale del tendine del bicipite femorale. In passato seguito dall’ex cinquantista Giovanni Perricelli, Matteo Giupponi è fidanzato con l’azzurra della marcia Eleonora Giorgi. Da qualche mese, il marciatore azzurro viene allenato dall’ex campione mondiale Michele Didoni. Si tratta senza alcun dubbio di uno degli uomini di punta dell’atletica azzurra. Si allena in questi anni tra la Bergamasca, dove e nato, e Milano, dove è cresciuto professionalmente.

Nel 2009, tra gli Under 23, l’atleta azzurro ha ottenuto un bronzo agli Europei di Kaunas di categoria. Subito dopo invece le olimpiadi di Rio non è riuscito a confermarsi sui buoni livelli mostrati. Probabilmente anche complice quell’infortunio, non è andato oltre la posizione numero 48 in classifica ai Mondiali di Londra, nella marcia 20 km, e sulla stessa distanza, l’anno successivo, è giunto solo 25esimo a Doha. In ogni caso, punta decisamente a Tokyo 2021 e chissà che al fianco non possa ora ritrovarsi Alex Schwazer.