Napoli-Benevento, dove vederla. Gattuso senza alibi

0
176

La sfida con l’amico-rivale Inzaghi vale il posto del tecnico dei partenopei. Al Maradona torna Mertens titolare

Napoli-Benevento, dove vederla

Napoli-Benevento, dove vederla

Napoli-Benevento, dove vederla – Lo scorso ottobre nel derby campano l’aveva spuntata il Napoli vincendo per 2-1 grazie al gol di Lorenzo Insigne, che aveva risposto al vantaggio momentaneo del fratello, e al gol vittoria di Petagna. Oggi la partita con il Benevento per la squadra di Gennaro Gattuso potrebbe essere completamente diversa (diretta tv dalle 18 su Sky Sport canale 202 e Sky Sport canale 251). Gli azzurri infatti non stanno vivendo un bel periodo e la sfida con Filippo Inzaghi, con il quale ha condiviso undici anni insieme al Milan da giocatori, per Ringhio potrebbe nascondere delle grandi insidie. Il presidente De Laurentiis ha già pronta la lista degli allenatori che potrebbero subentrargli la prossima settimana in caso di ko con i giallorossi, ma tecnici come Maurizio Sarri e Rafa Benitez non hanno alcuna intenzione di subentrare a stagione in corso, mentre il sogno nel cassetto restano i giovani e promettenti assi della panchina Ivan Juric e Vincenzo Italiano, il primo allenatore dell’Hellas, il secondo dello Spezia, che tanto hanno fatto per le rispettive squadre fino a questo momento. L’unico che potrebbe sostituire Gattuso già da subito sarebbe Walter Mazzarri, ma l’ex centrocampista è intenzionato a tirare avanti il più a lungo possibile. Oggi il tecnico sarà forte dei rientri di Mertens e Koulibaly, pedine fondamentali per neutralizzare lo spauracchio di una squadra che a inizio campionato lottava per la salvezza, mentre oggi può vantare contro ogni pronostico addirittura dieci punti di vantaggio sul Cagliari terzultimo. Il Benevento ha pareggiato, con onore e contro avversarie toste come la Roma, quattro delle ultime cinque gare giocate in campionato. L’ultimo confronto diretto tra le due squadre al San Paolo, attuale Stadio Diego Armando Maradona, ha visto i giallorossi vincere per 2-1, il 13 luglio del 2019, ma si trattava solo di un’amichevole estiva. Gattuso sa perfettamente che la formazione allenata da Inzaghi può aspirare tranquillamente a un risultato positivo in questo particolare momento, ma Ringhio deve provare a recuperare i tanti punti persi, anche a causa delle numerose assenze che hanno colpito lo spogliatoio nell’ultimo periodo.

Così in campo

In una partita tutt’altro che scontata, Gattuso si affida quindi a senatori come Koulibaly e Mertens, che andranno a giocare nei loro rispettivi ruoli per ridare linfa vitale a difesa e attacco. Senza Manolas il senegalese è fondamentale per la tenuta della retroguardia azzurra, mentre il belga è finalmente una punta di ruolo alla quale Politano e Insigne possono affidarsi per il presidio dell’area di rigore avversaria. Osimhen dopo il trauma cranico rimediato contro l’Atalanta è ancora out, mentre Petagna non è ancora a posto fisicamente, continuamente tormentato dai guai muscolari. Il Napoli si affiderà così a questo attacco, oltre al supporto sempre prezioso sulla trequarti di Zielinski, mentre in mediana ci saranno i titolari Fabian Ruiz e Bakayoko. Accanto a Koulibaly dovrebbe partire titolare al posto di Maksimovic Rrahmani, che ultimamente sta facendo bene, mentre Ghoulam potrebbe far rifiatare Mario Rui nel ruolo di terzino sinistro. A destra riconfermato Di Lorenzo, come a porta rientrerà il colombiano Ospina. Dalla parte opposta, Inzaghi vuole riproporre ancora una volta il modulo ad albero di Natale, facendo affidamento ai quattro della difesa Foulon, Barba, Tuia e Depaoli, mentre in mediana Schiattarella sarà affiancato da Viola ed Hetemaj. Caprari e Ionita sono i favoriti per dare supporto all’unica punta Lapadula, mentre il fratello del capitano del Napoli siederà in panchina, almeno all’inizio. Gli uomini di Inzaghi vogliono tentare il blitz, ma contro il fortino del Benevento saranno gli azzurri a dover dare una convincente prova di forza ai loro tifosi, ma soprattutto a un presidente non troppo convinto della guida tecnica del momento.

 

Potrebbe interessarti anche -> Verona-Juventus 1-1: bianconeri senza mordente

Segui gli aggiornamenti della Serie A su Twitter