Laura Pausini ospite nella seconda serata di Sanremo

0
257

Fresca di vittoria ai Golden Globe, Laura Pausini sarà l’ospite “d’eccezione” nella seconda serata della kermesse sanremese. 28 anni fa la cantante vinceva il festival di Sanremo, lanciata allora da Pippo Baudo, con il brano “La solitudine”.

SANREMO, ITALY – FEBRUARY 10: Laura Pausini and Paolo Carta attend the closing night of the 68. Sanremo Music Festival on February 10, 2018 in Sanremo, Italy. (Photo by Daniele Venturelli/Getty Images)

Laura Pausini ritorna sul palco di Sanremo, un luogo dove la cantante è diventata “grande” tra i grandi, quando, 28 anni fa Pippo Baudo decise di farla partecipare al Festival con il brano “La solitudine”, un brano che le consegnò la vittoria e che sarà poi cantato dalla Pausini in diverse lingue, tra cui lo spagnolo, che farà dell’interprete una star internazionale, soprattutto in America latina, in particolar modo in Messico. Basti pensare che Laura Pausini detiene 4 Latin Grammy Awards (record per un’artista non latina). Una interprete che ha raggiunto la popolarità oltreoceano e che ha portato in alto l’Italianità musicale con oltre 70 milioni di dischi venduti e un Grammy Award vinto nel 2006.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Festival di Sanremo 2021, la classifica dopo la prima serata: guida Annalisa

Questa sera la cantante tornerà sul palco di Sanremo: “Mi voglio complimentare con Laura Pausini per il Golden Globe meritatissimo e sono orgoglioso di annunciare che Laura sarà al festival mercoledì per cantare la canzone che le è valsa questo premio importantissimo” aveva annunciato Amadeus appena due giorni fa durante la conferenza stampa. Vedremo quindi Laura Pausini sul palco e ascolteremo la sua voce e chissà, forse anche la canzone che le ha permesso di trionfare ai Golden Globe.

La vittoria di Laura Pausini del Golden Globe

Laura Pausini ha vinto il Golden Globe, titolavano alcuni giornali qualche giorno fa. Un premio importantissimo che corona una carriera fatta di successi. La vittoria è arrivata per grazie al brano “Io sì (Seen)”, in originale composto da Diane Warren. Un brano che ha colpito per l’alta intensità emozionale anche la giuria composta dai giornalisti della stampa estera iscritti all‘HFPA (Hollywood Foreign Press Association). 

Il premio per la migliore canzone originale è andato alla “colonna sonora” del film La vita davanti a sé (The Life Ahead) di Edoardo Ponti: una pellicola che ha messo in risalto tutto lo spessore artistico di una splendida Sophia Loren. Un film, quello diretto dal figlio della Loren che ha al suo interno le sfumature di un vissuto e di una storia ispirata all’omonimo romanzo scritto da Romain Gary nel 1975, (la pellicola è disponibile on-demand sul catalogo Netflix).

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Juventus-Spezia 3-0, Pirlo vince con i cambi: Tabellino e Highlights

Laura Pausini aveva accolto così, dopo i festeggiamenti in diretta, tramite un post, la vittoria del Golden Globe “Non avrei mai neanche lontanamente sognato di poter vincere un Golden Globe, sono senza parole, ancora non ci credo. Grazie alla Hollywood Foreign Press Association. Grazie di cuore a Diane Warren, è una sensazione incredibile poter ricevere un tale riconoscimento per la nostra canzone, e il fatto che sia la nostra prima collaborazione rende tutto ancora più speciale.
Grazie a Edoardo Ponti, Niccolò Agliardi, Bonnie Greenberg, un team incredibile! Grazie a Netflix e Palomar”. Ringraziando tutti, e tra gli altri anche Niccolò Agliardi, co-autore del testo insieme alla Pausini. Insomma, un riconoscimento prodotto dell’artisticità italiana e dalla capacità della cantante di essere riconosciuta per la propria unicità.