La Regola del silenzio, chi erano i Weathermen

0
683

La regola del silenzio – The company you keep, ecco chi erano i Weathermen: la storia dell’organizzazione terroristica di sinistra che operò negli Stati Uniti negli anni ’70

La regola del slenzio - the company you keep

Il film in onda questa sera su Rai 3, La regola del silenzio – The company you keep di Robert Redford, parla di un ex militante dei Weather Undergound. Si tratta di una violenta organizzazione di sinistra attiva tra la fine degli anni Sessanta e l’inizio degli anni Settanta negli Stati Uniti. Il gruppo nacque per contrastare il Governo americano.

Ti potrebbe interessare anche questo articolo->Stasera in TV 4 marzo, cosa vedere: Sanremo o Un boss in salotto

La Regola del silenzio, la storia dei Weathermen

Il nome Wheathermen deriva dalla canzone di Bob Dylan “Subterranean Homestick Blues” la quale diceva “non hai bisogno di un meteorologo per sapere da che parte tira il vento”. I Weathermen compirono atti terroristici di grande impatto come: l’esplosione di una bomba al Campidoglio di Whashington nel marzo 1971, un attentato al Pentagono il 19 maggio 1972.

Il gruppo fu fondato nel 1969 all’interno dello Students for a Democratic Society (SDS), il più famoso e importante movimento studentesco nelle università americane. Alla fine degli anni Sessanta, però, il SDS andò in crisi e si creò una spaccatura all’interno dello stesso movimento.

In una serie di Congressi, precisamente in quello di Chicago, fu fatto circolare un documento firmato da undici dirigenti, questo documento conteneva un appello per la nascita di un partito rivoluzionario e clandestino. Dallo SDS, si staccò dunque un movimento più violento e intransigente il sopracitato: Weather Underground Organization (WUO).

L’ideologia della WUO si basava sulla lotta armata di estrema sinistra con l’obiettivo di attuare una vera e propria rivoluzione nei confronti del Governo degli Stati Uniti.

Altri elementi cruciali della loro ideologia erano: la difesa dei diritti civili e dei diritti dei neri, per questa ragione i Wheaterman mantennero un ottimo rapporto con il movimento dei Black Panter. Inoltre, i Wuo si attivarono anche in prima linea con attività concrete per salvaguardare le persone di colore.

Ti potrebbe interessare anche questo articolo->Sanremo 2021, chi è Irama: carriera e successi del cantante

In un primo momento i Whetaterman si concentrarono su manifestazioni di strada molto violente come i “Days of Rage” nell’ottobre 1969 a Chicago, nella quale rimasero ferite dieci persone e circa 300 membri della WUO furono arrestati. Nonostante ciò, queste manifestazioni non riuscirono ad avere un consenso cospicuo.

Nel dicembre 1969, il movimento decise di passare alla lotta armata e alla clandestinità a tutti gli effetti. Infatti, pochi mesi dopo, il WUO dichiarò guerra al Governo degli USA. Come detto in precedenza, ci furono attacchi al Campidoglio di Whashngton, al Pentagono, al quartier generale della polizia di New York e alla sede del Dipartimento di Stato.

Nel 1973 furono firmati gli accordi di pace tra gli Stati Uniti e la WUO e dal quel momento le attività dei Weatherman iniziarono, di fatto, a scemare. Dunque, il motivo per la quale il movimento si affermò non sorbì gli effetti sperati e la “mission” fallì inesorabilmente.