Milano, donna di 41 anni uccide la figlia di due anni: l’accaduto

0
237

Milano, una donna di 41 anni uccide la figlia di due anni. Dopo l’omicidio la donna si è auto lesionata il corpo riportando delle lievi ferite. Attualmente è ricoverata all’Ospedale di Magenta

milano donna uccide la figlia

Terribile accaduto nella notte a Cisliano, in provincia di Milano. Una donna di 41 anni ha ucciso sua figlia di appena due anni. Il tutto è successo nell’appartamento, in via Mameli, dove la donna viveva con la bimba.

Subito dopo l’omicidio della figlia, la donna si è provocata delle lievi ferite che hanno costretto il personale del 118 a ricoverarla presso l’Ospedale Fornaroli di Magenta. Inoltre, pare che la donna abbia ingerito degli psicofarmaci dopo il crudele gesto.

Ti potrebbe interessare anche questo articolo->Tragico incidente a Modugno: muore bimbo di 18 mesi investito dal padre

Milano donna uccide sua figlia di 2 anni, la telefonata shock all’ex marito

Ad allarmare i carabinieri, che si sono prontamente precipitati sul posto, è stato l’ex marito della donna e padre della bambina uccisa. L’uomo ha raccontato di aver ricevuto nel cuore della notte una telefonata dall’ex moglie. “Nostra figlia non esiste più”, questa la terribile frase pronunciata dalla donna.

Ti potrebbe interessare anche questo articolo->Svizzera: il sì vince al referendum. Sarà vietato coprirsi il volto nei luoghi pubblici

Sul posto si sono subito precipitati il personale del 118, l’automedica e le forze dell’ordine. Non sono note, al momento, le ragioni che hanno portato la donna a compiere un gesto così atroce. L’ex marito avrebbe raccontato di non conoscere problemi di rilievo sul conto dell’ex coniuge. Sul caso stanno indagando i carabinieri. La bimba è stata trovata senza vita sul letto accanto alla madre. Da un primo esame, non sembrano esserci segni palesi di violenza fisica sul corpo della bimba. Nelle prossime ore verrà effettuata l’autopsia che certificherà la causa della morte, l’ipotesi primaria comunque è quella di una morte per asfissia.