Fallimento Inter, il nuovo sponsor potrebbe essere un sito per adulti

0
861

Fallimento Inter, la società è in passivo di 200 milioni e cerca nuovi investitori: dopo 30 anni addio alla Pirelli sulle magliette

Fallimento Inter
Getty Images

Che l’Inter abbia serie difficoltà economiche e sia addirittura a rischio fallimento non è un mistero. Il mese scorso l’ha scritto anche il Financial Times. La società nerazzurra di Suning ha un passivo di ben 200 milioni che va risanato entro la fine dell’anno.

La società cerca nuovi investitori e sponsor e uno di questi potrebbe essere un sito di video per adulti. Un mercato che certamente non conosce crisi e che durante la pandemia  – che ha messo a dura prova le casse delle società sportive – ha visto il propri guadagni aumentare.

Tra le possibilità per dare ossigeno al club ci sarebbe un nuovo main sponsor. A fine stagione scade il contratto con la Pirelli (da trent’anni sulle maglie nerazzurre) e tra le varie voci che riguardano la società c’è una che si chiama Stripchat. L’azienda che gestisce siti per adulti avrebbe proposto un contratto da 20 milioni di sterline.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Inter a rischio fallimento, ecco la scadenza che fa tremare i tifosi

Inter, nuovo sponsor: finisce un’epoca

Fallimento Inter
Foto pagina Facebook Stripchat

Una cifra da tenere in considerazione soprattutto dopo il mancato passaggio agli ottavi di finale di Champions League che avrebbe fatto guadagnare non poco all’Inter. Le voci si susseguono e non riguardano solo lo sponsor che campeggerà sulle divise nella prossima stagione. La famiglia cinese proprietaria della società non naviga nelle stesse acque di quando la comprò e si parla anche di vendita del club.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Juventus, Pirlo a rischio esonero dopo il ko in Champions: i possibili sostituti

Qualsiasi sia il nome dell’azienda che comparirà sulle divise dell’Inter segnerà comunque la fine di un’era fatta di successi ma anche tante delusioni. Le immagini con le maglie Pirelli di Ronaldo, Zanetti e Ibrahimovic andranno in soffitta come il 2010, l’anno del Triplete e dell’ultimo scudetto che ora – da prima in classifica con sei punti di vantaggio a dodici giornate dal termine del campionato – l’Inter vuole riconquistare dopo 11 anni.