Marco Tardelli: il figlio Nicola Tardelli, modello per caso

0
2240

Nicola Tardelli è il figlio dell’ex calciatore Marco Tardelli e della giornalista Stella Pende, tra casting, passerelle e tatuaggi, è riuscito ad avere successo in un settore davvero difficile.

Nicola Tardelli, il figlio di Marco Tardelli diventa modello per caso (Twitter/Instagram)
Nicola Tardelli, il figlio di Marco Tardelli diventa modello per caso (Twitter/Instagram)

Mentre frequentava l’Università Cattolica di Milano, Nicola Tardelli ha anche frequentato le passerelle maschili. Figlio dell’ex calciatore Marco Tardelli e della giornalista Stella Pende, è arrivato per caso sulle passerelle e nel complicato sistema del fashion.

L’opportunità di fare il fotomodello è nata per caso, al tempo i proprietari del marchio Stone Island erano amici di buona data con i suoi genitori, stavano cercando dei ragazzi non modelli per un progetto.

Nicola ha fatto il casting per loro, subito dopo un addetto ai lavori del marchio Stone Island l’ha segnalato ad un’agenzia di modelli. Man mano sono arrivati i primi lavori, soprattutto per quanto riguarda l’area editoriale.

L’esordio in passerella è stato un po’ confuso, le luci, il pubblico e soprattutto la paura di non sapere quello che sta accadendo ha fatto da padrona nelle sue prime sfilate.

>>>>>>> POTREBBE INTERESSARTI: Sara Tardelli, chi è la figlia dell’ex campione del mondo Marco

Nicola Tardelli, diventa modello per caso grazie ad un addetto ai lavori

Durante un’intervista a “Repubblica” il figlio dell’ex calciatore ha dichiarato che non è stato facile avere i primi ingaggi e soprattutto mantenere il ritmo sempre costante.

Questo avviene perché le mode cambiano in maniera repentina, e durante gli anni e i mesi la maggior parte degli stilisti cerca ragazzi che vanno sopra il metro e novanta, per via dei suoi 1.86 il modello riceve pochi ingaggi.

Un altro ostacolo è stato il tatuaggio che ha sull’addome raffigurante un fiore di loto, un marchio davvero famoso non ha confermato Nicola come modello proprio per questo tatuaggio sul petto.

Inoltre il giovane dichiara che fare il modello non è affatto divertente, proprio perché bisogna passare interi giorni, compresi i weekend a far casting, cercando di riuscire a prendere degli ottimi lavori.

Questo consiste nel fare delle lunghe file, che durano anche ore, per poi aspettare che qualcuno a prima vista ti scelga per salire in passerella. I vantaggi di questo lavoro è che i guadagni sono davvero alti, ma il modello ricorda che c’è sempre bisogno di nervi saldi, resistenza, e soprattutto concretezza nel conciliare il lavoro con lo studio.

Attualmente il suo futuro non sembra essere incentrato sulle passerelle, anzi, Nicola sta continuando a studiare per conseguire la laurea. Il lavoro da fotomodello sembra essere una professione come tante, la quale gli permette di essere indipendente dai suoi genitori.