Don Shirley, la vera storia del pianista del film Green Book

Don Shirley è il pianista del film Green Book, girato da Peter Farrelly il quale vede protagonista Viggo Mortensen e Mahershala Ali.

Don Shirley, la vera storia del jazzista che ha combattuto il razzismo (Getty Images)
Don Shirley, la vera storia del jazzista che ha combattuto il razzismo (Getty Images)

Green Book è un racconto che narra l’amicizia tra la guardia del corpo italo-americana Tony “Lip” e Don Shirley, un pianista jazz afroamericano. Il suo reale nome è Donald Walbridge Shirley, nasce a Penascola in Florida, esattamente il 29 Gennaio del 1927.

Sin dalla tenera età mostra il suo talento, cominciando a studiare pianoforte all’età di soli 2 anni. A circa 9 anni diventò uno studente di teoria musicale al Conservatorio di Leningrado.

Le sue esperienze nel mondo della musica leggera e classica sono diverse, nel 1955 riuscirà ad incidere il suo primo Long Playing per la casa discografica, Cadence Records, intitolato “Tonal Expressions”.

Sempre con la stessa casa discografica, registrerà nel corso degli anni altri dischi di successo, uno dei singoli “Water Boy” del 1961, si piazzerà al 40° posto della Billboard Hot 100, rimanendo in classifica per ben 14 settimane.

Come si vede nel film Don Shirley e Tony Lip hanno un rapporto lavorativo, proprio quando l’artista decise di andare in tour degli Stati Uniti negli anni Sessanta.

>>>> POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Nemico Pubblico, la vera storia del film: chi era John Dillinger

Don Shirley, quando il razzismo dilagava decise di intraprendere un tour per gli USA

Il gesto di Don Shirley, era come se si stesse lanciando un guanto di sfida a tutti coloro che volevano sopprimere la razza afroamericana. Nel suo piccolo riuscì a far riflettere le menti di molte persone, colpendole nel loro inconscio.

Il fratello di Don Shirley, ha negato la versione dei fatti che si vede nel film del 2018, affermando che l’artista ha sempre visto Tony come un comune dipendente, tanto da licenziarlo nel corso degli anni.

Subito dopo ha anche accusato gli sceneggiatori di aver inventato molti particolari nel film, come ad esempio il fatto che Don fosse stato allontanato dalla sua famiglia e fosse escluso dalla comunità afroamericana per via del suo comportamento troppo da “bianco” o sofisticato.

Attualmente non si sa molto della vita privata di Don Shirley, si sposerà con Jean C. Hill in Illinois, il 23 Dicembre del 1952, purtroppo i due divorzieranno qualche anno dopo senza dare alla luce alcun figlio.

>>>>>>> POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Colette, il dramma dell’Ottocento in onda su Rai2 in prima tv: la vera storia

Non si hanno conferme neanche sull’omosessualità che nel film Green Book viene lasciata intendere. Don Shirley si esibì con la NBC Symphony Orchestra insieme al celebre jazzista Duke Ellington.

Da tutti è ricordato come un pianista jazz, ma l’artista non amava definirsi così, infatti ha sempre ritenuto che la sua musica fosse una chiara derivazione del classico, cercando di avvicinarsi sempre più alla musica classica.

Prima di diventare un famoso pianista, Don riuscì a conseguire un dottorato in Musica, Psicologia e Arti Liturgiche. L’attore che interpreta il suo personaggio è Mahershala Alì, grazie a questo ruolo è riuscito a vincere il premio Oscar come Miglior Attore non Protagonista.