Quando torneremo ad utilizzare il vaccino AstraZeneca?

Molti si stanno chiedendo dopo sospensione del vaccino AstraZeneca quando torneremo a poterlo riutilizzare. La domanda è chiaramente legittima, soprattutto dopo la decisione dell’Ema che ha definito il “vaccino sicuro ed efficace”. Le dichiarazioni di Mario Draghi.

DIPPOLDISWALDE, GERMANY – MARCH 15: A vial of AstraZeneca Covid-19 vaccine in Saxony during the coronavirus pandemic on March 15, 2021 in Dippoldiswalde, Germany. Saxony authorities are launching a pilot project today in which 39 private medical practices statewide will begin administering COVID vaccinations. Similar projects are underway across Germany in an effort to expand the pace and scope of vaccinations, though efforts are still being hampered by a shortage of vaccines. (Photo by Jens Schlueter/Getty Images)

Tutti ci stiamo chiedendo quando sarà possibile somministrare nuovamente il vaccino AstraZeneca in Italia, dopo la sospensione per le verifiche. Oggi, Emer Cooke, direttore esecutivo dell’Agenzia Europea per i Medicinali (Ema) ha detto che “La conclusione della revisione dell’Ema è che si tratta di un vaccino sicuro ed efficace”, un via libera ai Paesi che da oggi in poi “potranno prendere una decisione informata”. 

Ma quando potranno essere somministrati nuovamente sul territorio nazionale i vaccini AstraZeneca? Draghi ha dichiarato, dopo l’annuncio dell’Ema che: “Il Governo italiano accoglie con soddisfazione il pronunciamento dell’Ema sul vaccino di Astrazeneca. La somministrazione del vaccino AstraZeneca riprenderà già da domani. La priorità del Governo rimane quella di realizzare il maggior numero di vaccinazioni nel più breve tempo possibile”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> L’Italia ricorda le vittime del Covid-19: il 18 marzo è il giorno della memoria

Sembra che dopo la decisione degli organi competenti il vaccino possa essere utilizzato già a partire dalla giornata di domani, lo stop infatti era previsto in via precauzionale fino alla alla conclusione dell’analisi supplementare dell’Agenzia Europea per i Medicinali. Dal 19 marzo assisteremo quindi alla normale ripresa delle vaccinazioni con tutti i vaccini al momento disponibili. Draghi e Macron avevano già, in una chiamata intercorsa lo scorso martedì, espresso fiducia nei confronti della decisione dell’Ema, che si era in qualche modo espressa sui fatti accaduti.

La scorsa settimana anche l’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) aveva sostenuto che si stava creando troppo allarmismo sulla questione AstraZeneca, tanto che era diventata più una discussione politica che scientifica. La preoccupazione si è fatta largo dopo che anche altri Paesi europei avevano attuato una sospensione del vaccino, aspettando e richiedendo controlli preventivi e supplementari dopo alcuni casi di trombosi. Ora le ulteriori valutazioni hanno messo a tacere le polemiche a favore della ripresa della vaccinazioni che diventa sempre più impellente nel nostro Paese.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Vaccino AstraZeneca, Ema: “Sicuro ed efficace, situazione prevista”

“Siamo arrivati a una conclusione: il vaccino AstraZeneca è efficace contro il coronavirus e i benefici sono ampiamente superiori ai rischi, non sono emersi legami tra il vaccino ed eventi tromboembolici. Faremo degli studi specifici sugli effetti collaterali, e restiamo fiduciosi sui vaccini che sono fondamentali per la sfida che stiamo affrontando” ha detto Emer Cooke – rassicurando sull’efficacia e sulla sicurezza del vaccino anglo-svedese.

Come nei farmaci anche i vaccini possono provocare degli effetti indesiderati: nel caso di AstraZeneca, spesso si rivelano con mal di testa e febbre nelle ore successive, per gli altri effetti le autorità competenti sanitarie continueranno a studiare gli effetti dei vaccini e dei farmaci, come da prassi. Si pensa che il ritardo causato dalla sospensione dei vaccini AstraZeneca possa rientrare tra qualche settimana.