Sanitari italiani candidati al Nobel per la Pace

0
525

Premio Nobel al personale sanitario per “essere stati i primi in occidente ad aver combattuto in trincea per salvare vite e spesso perdendo la loro”, dichiara la sede di Oslo.

Il personale sanitario italiano è ufficialmente candidato al Premio Nobel per la Pace 2021. Oslo ha dato il suo benestare alla candidatura di infermieri e medici italiani con la seguente motivazione: “Il personale sanitario italiano è stato il primo nel mondo occidentale a dover affrontare una gravissima emergenza sanitaria, nella quale ha ricorso ai possibili rimedi di medicina di guerra combattendo in trincea per salvare vite e spesso perdendo la loro”. Non era mai accaduto nella storia che il personale sanitario di una Nazione ricevesse una candidatura al Nobel per la Pace.

La proposta è stata lanciata dalla Fondazione Gorbachev che, a un anno dall’inizio della pandemia, vorrebbe vedere l’alto riconoscimento conferito ai “medici, infermieri, farmacisti, psicologi, fisioterapisti, biologi, tecnici, operatori civili e militari tutti, che hanno affrontato in situazioni spesso drammatiche e proibitive l’emergenza COVID 19 con straordinaria abnegazione, molti dei quali sacrificando la propria vita per preservare quella degli altri e per contenere la diffusione della pandemia”.

La proposta è stata ufficialmente sottoscritta da un Nobel per la pace, Lisa Clark, statunitense ma che attualmente risiede in Toscana, e che ha prestato attività di assistenza volontaria nel corso della pandemia.

“Ho candidato il corpo sanitario italiano al premio Nobel per la Pace”, ha spiegato, “poiché la sua abnegazione è stata commovente. Qualcosa di simile a un libro delle favole, da decenni non si vedeva niente del genere. Il personale sanitario non ha più pensato a sé stesso, ma a cosa poteva fare per gli altri con le proprie competenze”.

Solo a ottobre sapremo se la proposta italiana avrà avuto o meno il consenso del Comitato per il Nobel.

POTREBBE INTERESSARTI: Violenza sulle donne, la Turchia esce dalla Convenzione di Istanbul: in migliaia in piazza

Per il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, si tratterebbe di “un importante riconoscimento per il loro grande impegno, la dedizione e i sacrifici, costanti in tutto questo difficile anno di emergenza. Tutta Italia non vi ringrazierà mai abbastanza ed è pronta a fare il tifo, ma comunque vada per noi avete già vinto!”, scrive in un post su Facebook.

Medici, infermieri e operatori sanitari italiani sono stati ufficialmente candidati al Premio Nobel per la Pace 2021. Un…

Pubblicato da Giovanni Toti su Martedì 16 marzo 2021