Morte George Floyd: un nuovo video svela ulteriori dettagli

0
155

I video dell’uccisione di George Floyd proiettati a inizio processo. Dalle immagini emergono le ultime parole dell’uomo

E’ passato ormai quasi un anno dalla scomparsa di George Floyd, l’uomo brutalmente ucciso da un poliziotto. Era il 25 maggio dell’anno scorso quando Floyd ha perso la vita a Minneapolis, in Minnesota, negli Stati Uniti D’America.

Leggi anche -> Spionaggio, arrestato ufficiale italiano: informazioni top-secret alla Russia

I video della morte di George Floyd

Reuters ha diffuso nuove immagini del momento dell’uccisione di George Floyd, avvenuta per mano dell’agente Derek Chauvin. Si tratta di nuovi video registrati dalle bodycam dei poliziotti che erano presenti sul posto al momento della morte di Floyd.

Come è noto George Floyd prima di morire, riversato con il viso sull’asfalto, ha detto: Non riesco a respirare”. Secondo quanto emerso dalle immagini Floyd avrebbe anche aggiunto “Mamma ti amo, Lisa ti amo, dite ai miei figli che li amo. Sono morto”. L’uomo dopo queste parole ha perso conoscenza ed è stato trasportato in ospedale, ma purtroppo non c’è stato niente da fare.

Il processo a Derek Chauvin

Queste immagini sono state riprodotte in apertura all’udienza del processo inerente l’uccisione dell’uomo. Un processo che vede come imputato l’agente Derek Chauvin, che al momento dell’arresto di Floyd ha schiacciato l’uomo sull’asfalto con il ginocchio, impedendogli di respirare.

Il processo ha preso il via due giorni fa, in un tribunale della contea di Hennepin, in Minnesota. Nel corso del processo sono state inoltre prodotte 82 pagine di trascrizione inerenti ciò che è stato detto da Floyd, dagli agenti e dai testimoni oculari dell’arresto.

Si tratta di un processo di rilevanza internazionale, di una sorta di momento decisivo per il sistema di polizia e giustizia americano. Il processo è in diretta tv, ripreso dalla telecamere di Court Tv, una rete televisiva statunitense che trasmette processi. A decidere sarà una giuria composta da 14 giurati.