Sassuolo-Roma 2-2, Raspadori nel finale: Tabellino e Highlights

Il giovane attaccante fa conquistare ai neroverdi un pareggio che vale una vittoria. Delusione giallorossa

Sassuolo-Roma: Tabellino e Highlights

Sassuolo-Roma 2-2, Cronaca, Tabellino ed Highlights

Sassuolo-Roma: Tabellino e Highlights – Al Mapei Stadium di Reggio Emilia la Roma fa visita al Sassuolo per conquistare punti preziosi per un piazzamento prezioso in Champions League a fine stagione. I neroverdi allenati da Roberto De Zerbi devono fare i conti con molte assenze, in parte per gli infortuni di Caputo e Berardi, in parte per sospetti casi Covid-19 per Locatelli e Ferrari. I giallorossi sembrano quindi favoriti, anche se il tecnico Paulo Fonseca deve fare i conti con il turnover raccomandabile in attesa della sfida in Europa League contro l’Ajax perciò sia l’una che l’altra formazione sono in buona parte reinventate dai rispettivi allenatori. La partita è vivace sin da subito, con tanto di palo per Maxime Lopez, anche se lo schieramento dell’allenatore portoghese è ben studiato per neutralizzare la squadra spuntata di De Zerbi. Ben più pesanti le assenze per i padroni di casa perché, nonostante i neroverdi siano molto propositivi nei primi minuti di gioco, la Roma riesce presto a guadagnare metri in avanti e ad alzare il baricentro. Partita viva con subito due ammonizioni, Djuricic per il Sassuolo e Diawara per la Roma, ma sarà poi al 26′ l’intervento di Marlon scomposto su Pedro a far fischiare all’arbitro il calcio di rigore per gli ospiti. Pellegrini non sbaglia e trasforma l’occasione dal dischetto degli undici metri in vantaggio, con la Roma che prima della mezz’ora centra lo 0-1. I giallorossi rimangono abbastanza in controllo, per quanto il Sassuolo riesca a manovrare bene il pallone nella propria metà campo, anche senza Locatelli. I problemi per la formazione di De Zerbi arrivano dopo, quando si tratta di rifinire e concludere verso la porta di Pau Lopez. I tentativi per conquistare il pareggio sono diversi, ma spesso manca l’intesa finale tra giocatori come Djuricic e Boga, che comunque stanno facendo il massimo sforzo per provare a sorprendere la retroguardia giallorossa, finora senza affanni. Verso il finale di tempo, i ragazzi di De Zerbi sono però bravi ad alzare il baricentro della squadra, con la Roma che , pur in controllo, tende a concedere troppo per i valori presenti in campo. Non sono comunque molti i tiri del Sassuolo fino al 45′, con gli uomini di Fonseca che riescono a conservare il vantaggio fino all’intervallo, per quanto non ci siano state troppe opportunità per il raddoppio, ad eccezione di un paio di azioni, una per Borja Mayoral, un ‘altra per lo stesso Pellegrini autore del gol.

Ripresa

Nel secondo tempo, la Roma appare ben più remissiva, perché il Sassuolo è determinato nel fare uno sforzo in più e provare a conquistare il pareggio. Così avviene al 57′ con Traore, che può quasi sulla linea di porta mettere il pallone in rete addirittura con un colpo di spalla. Ben più grave qualche minuto prima l’errore clamoroso di Boga sottoporta, ma i neroverdi guidati da De Zerbi sono stati bravi a non mollare dopo il gol subito nella prima frazione di gioco, bensì ad accelerare. La squadra di Fonseca, sorpresa dal cambio di passo, deve quindi riorganizzarsi per provare a ribaltare quanto sta accadendo nella ripresa. I giallorossi, proprio come era accaduto nel primo tempo, si svegliano solo se messi alle strette, iniziando finalmente a fare il loro gioco. In questo caso, incassato il pareggio del Sassuolo, la Roma riprende ad attaccare e va nuovamente in vantaggio con un tiro incrociato di Bruno Peres, che mette a segno la sua prima marcatura in Serie A. Gran parte dei meriti per questa rete sono però di Spinazzola che, come in Nazionale, si riconferma un esterno quasi imprendibile per i marcatori avversari. Con il secondo gol la Roma ha migliori possibilità di controllare la gara, anche perché nella rosa neroverde in emergenza mancano validi ricambi e la fatica fisica inizia a farsi sentire, con una manovra meno brillante da parte dei padroni di casa. Rispetto a quanto visto fino a quel momento, il giovane Raspadori, quasi impalpabile nei primi 85 minuti di partita circa, si fa trovare smarcato nell’area giallorossa e riesce di piatto a spiazzare Pau Lopez da distanza ravvicinata. Un gol preziosissimo che vale il pareggio, con tutto il Sassuolo festeggiare il suo talentino 2002 a bordo campo, con tanto di tempo da recuperare per l’arbitro Pairetto. Non basterà alla Roma il lungo recupero per tornare in vantaggio, tanto che contro un Sassuolo in emergenza le recriminazioni per questo 2-2 saranno tutte dalla parte di Paulo Fonseca, con i giallorossi che scivolano al settimo posto in classifica.

 

Potrebbe interessarti anche -> Milan-Sampdoria 1-1: Hauge risponde a Quagliarella

Segui gli aggiornamenti della Serie A su Twitter

Sassuolo-Roma: Tabellino e Highlights

Reti: Pellegrini 26′, Traore 57′, Bruno Peres 69′, Raspadori 85′

Sassuolo (4-2-3-1): Consigli, Toljan (Haraslin 77′), Chiriches (Peluso 85′), Marlon, Rogerio, Obiang, Maxime Lopez, Traore, Djuricic (Oddei 84′), Boga, Raspadori.
Allenatore: Roberto De Zerbi

Roma (3-4-2-1): Pau Lopez, Karsdorp, Cristante, Mancini, Spinazola, Diawara, Pellegrini, Bruno Peres, El Sahaarawi (Veretout 74′), Perez, Borja Mayoral (Dzeko 83′).
Allenatore: Paulo Fonseca

Arbitro: Luca Pairetto

Ammoniti: Djuricic, Diawara, Pellegrini, Rogerio, Cristante

Espulsi: –

Highlights QUI