Porto-Chelsea, dove vederla. Conceiçao per un’altra impresa

0
44

Portoghesi fiduciosi, anche se Tuchel vuole riportare i Blues tra le grandi

Porto-Chelsea, dove vederla

Porto-Chelsea, dove vederla

Porto-Chelsea, dove vederlaIn campo neutro a Siviglia, per motivi legati alla pandemia, va in scena il quarto di finale delle outsider, quello che permetterà a Porto o Chelsea di accedere alla semifinale contro la vincente di Real Madrid e Liverpool (diretta tv dalle 21 su Sky Sport canale 253). Da una parte il Porto che già a sorpresa hanno eliminato la Juventus di Andrea Pirlo e Cristiano Ronaldo, dall’altra i Blues rivitalizzati da Thomas Tuchel, ma in cerca di riscatto europeo dopo il 5-2 incassato sabato dal West Bromwich. Gli inglesi avevano festeggiato al momento del sorteggio, suscitando grande indignazione tra i portoghesi. Il tecnico Sergio Conceiçao preferisce però lasciar parlare il campo, proprio come avvenuto conto la Juventus, spronando i suoi a crederci. «Chi non è convinto di essere in grado di superare il turno, non merita di poter indossare questa maglia». Allenatore molto esigente, ma che conosce gli ingredienti necessari a giocarsela in Champions League a questi livelli tra le più forti. I padroni di casa dovranno però vedersela con le assenze, anche di giocatori importanti come Oliveira e Taremi, i due principali finalizzatori della squadra squalificati per questo match. Per il primo 19 gol quest’anno, compresi 5 nella massima competizione europea, per Taremi invece sono 15. Non numeri qualsiasi, ma il Porto sembra essere coeso verso l’obiettivo, trascinato dallo spirito competitivo del proprio allenatore. Dalle parti dei Blues ben più agitato lo spogliatoio, per una serie di liti provocate direttamente dai postumi della “manita” subita in Inghilterra. Azpilicueta e James hanno discusso in campo direttamente dopo uno dei gol subiti, mente Kepa e l’ex romanista Rudiger sono quasi entrati in colluttazione, ben oltre le parole, durante l’allenamento di domenica. Episodi chiusi in fretta da Tuchel, che non è però intervenuto con provvedimenti disciplinari, ma tutti giocheranno regolarmente questa sera. In campionato il Chelsea occupa il quinto posto, appena scavalcato dal West Ham, ma la serie positiva della squadra londinese era arrivata comunque a quota 14. In Europa hano ora l’opportunità di andare avanti, ma devono guardarsi bene dalle trappole preparate da Conceiçao.

Così in campo

Questa sera a Siviglia un pezzetto di Italia esclusa dalla Champions con Jorginho, ma Tuchel punterà soprattutto su Giroud, con l’attaccante che proprio in questo stadio aveva segnato quattro gol lo scorso 2 dicembre. La rosa dei Blues sarà comunque al completo, senza infortunati, senza casi Covid e senza squalificati. Mount e Havertz daranno supporto al centravanti in attacco nel 3-4-2-1, con Kovacic che giocherà invece in mediana accanto al regista naturalizzato italiano. Sulle fasce Alonso e James, mentre al terzetto formato dal rissoso Rudiger, Christensen e Azipilicueta è affidato il reparto difensivo. Mendy tra i pali dovrà fermare l’attacco dei portoghesi formato da Marega e Luis Diaz, alla guida di un 4-4-2 prudente che prevede a centrocampo, stando alle anticipazioni della vigilia, Uribe e Grujic, mentre sulle fasce scatteranno dal primo minuto Corona e Otavio. Il portiere Marchesin tra i pali disporrà di un reparto difensivo a quattro, con Zaidu e Manafà terzini. Al centro, il compito di fare a spallate con Giroud spetterà invece all’esperto Pepe e al suo compagno di reparto Mbemba. Il Chelsea partirà leggermente favorito dal pronostico, ma i portoghesi hanno abituato bene il pubblico con qualche colpo di scena. Ora se la possono giocare tra le prime otto in scontri diretti che di fatto non precludono nulla alle ambizioni di Conceiçao e dei suoi uomini.

 

Potrebbe interessarti anche -> Manchester-Borussia 2-1: primo round a Guardiola

Segui la Champions League su Twitter