Covid, von der Leyen: “Prepararsi a nuovi vaccini contro le varianti”

0
148

Ammonimento della Presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen: “Dovremo sviluppare vaccini adattati alle varianti”

Ursula von der Leyen (Getty Images)

La Danimarca ha sospeso definitivamente l’uso del vaccino anti-Covid di AstraZeneca mentre le autorità sanitarie della Germania raccomandano di inoculare agli under 60 vaccinati in prima dose con AstraZeneca un vaccino di altro tipo per il richiamo. “Se insorgeranno varianti resistenti, dovremo sviluppare vaccini adattati alle nuove varianti, presto e in quantità sufficienti, focalizzandoci sulle tecnologie che hanno dimostrato il loro valore: i vaccini a Rna messaggero sono un caso chiaro“, ha dichiarato la Presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen preannunciando, nel contempo, un accordo per 50 milioni di dosi Pfizer-BioNTech per il trimestre corrente. Tuttavia, un portavoce della Commissione ha corretto il tiro: “Per il 2022 tutte le opzioni sono aperte”, quindi anche AstraZeneca e Johnson&Johnson che utilizzano un vettore virale attenuato.

LEGGI ANCHE –> Cuneo, il Covid uccide marito e moglie in due giorni: lutto a San Biagio

Intanto sono arrivate all’aeroporto di Napoli le 148.000 dosi del vaccino Pfizer attese in Campania. Una buona notizia che però non getta acqua sul fuoco delle polemiche che nel territorio campano investono il vaccino AstraZeneca tra le rimostranze dei cittadini che si sentono discriminati in quanto alla Campania è stato assegnato un quantitativo maggiore del controverso siero del colosso anglo-svedese e il Presidente Vincenzo De Luca che continua a sollecitare l’AIFA ad approvare lo Sputnik. Nel frattempo la Presidente della Commissione tecnica-scientifica dell’AIFA, Patrizia Popoli, ha ventilato la possibilità che il vaccino Jonhson & Johnson possa essere limitato agli over 60 mentre l’EMA, l’Agenzia Europea del Farmaco, è ancora del parere che i “benefici del suddetto vaccino nella prevenzione del Covid-19 superino i rischi degli effetti collaterali”.

Von der Leyen: “Prepararsi a nuovi vaccini contro le varianti”. Figliuolo: “In arrivo 7 milioni di dosi Pfizer”

Sono 16.168 i nuovi positivi al Covid nelle ultime 24 ore contro i 13.477 della precedente rilevazione su 334.766 tamponi analizzati, 30 mila in più rispetto all’altro ieri, 469 i morti, in lieve decremento rispetto ai 476 del giorno precedente, con il tasso di positività che risale al 4.8%. In calo i ricoveri nelle terapie intensive, -36, così come quelli ordinari, -583. In merito alla campagna vaccinale, secondo l’indice regionale you trend, a essere più avanti sono la Provincia di Bolzano (85 punti su 100, e il Veneto (83 punti), con la Provincia altoatesina che ha fatto registrare l’aumento maggiore delle vaccinazioni rispetto alla settimana precedente, seguita dalla Lombardia e dall’Umbria.

LEGGI ANCHE –> Vaccino alle uova di gallina, la nuova arma contro il Covid

Le dosi in arrivo per l’Italia da Pfizer sono oltre 670 mila già ad aprile, due milioni e 150 mila a maggio, oltre 4 milioni a giugno. Finalmente una bella notizia e quindi il piano va avanti così come lo avevo strutturato“: è quanto comunicato dal Commissario all’Emergenza Covid, Generale Francesco Paolo Figliuolo. “Dobbiamo continuare su questa strada. Dopo gli over 80, toccherà agli over 70 e poi si vede. Con il massiccio afflusso di dosi vaccinali riusciremo ad aprire alle classi produttive e il Paese ne esce più forte di prima”, ha chiosato il Commissario.