Andrea Barbato: chi è il giornalista raccontato stasera su Rai Storia

0
260

Stasera su Rai Storia alle ora 21:10 la storia del celebre giornalista Andrea Barbato, il racconto della notizia Prima TV per Rai. Ecco cosa c’è da sapere su Barbato.

Il giornalista italiano Andrea Barbato nacque a Roma nel 1934 e morì il 12 febbraio del 1996. A 22 anni lavorò alla BBC e poi passò a “Il Messaggero“, “L’Espresso” e “Il Giorno” come inviato speciale in Africa ed Estremo Oriente.

Nel 1968 condusse il primo telegiornale delle 13.30, collaborò con il settimanale televisivo “Tv7” e fu tra i commentatori dello sbarco sulla Luna. Primo conduttore del telegiornale della seconda rete RAI, nel 1971 cominciò a lavorare per “La Stampa” e poi divenne vicedirettore di “la Repubblica”.

Fu direttore del Tg2 dal 1976, di “Paese Sera” dal 1982 e l’anno seguente divenne deputato del Partito comunista italiano. In seguito tornò alla RAI dove realizzò trasmissioni come la rubrica quotidiana Cartolina e Italiani. Autore televisivo, teatrale e sceneggiatore, è autore di alcuni libri fra cui un romanzo.

Tra gli ultimi saggi si ricorda il celebre “Come si manipola l’informazione“, in cui Barbato individua un nesso comune, un intreccio fra le caratteristiche e le esigenze del mondo dei mass-media, tendenti alla espansione a dismisura di ciò che fa notizia, della ricerca della notizia che fa scalpore e suscita forti reazioni e coinvolgimenti, del suo ambiguo rapporto con il mondo politico e con il potere, e la strategia politica di McCarthy.

Stasera su Rai Storia, canale 54, alle ore 21 e 10 sarà raccontata la storia di Andrea Barbato e Giuseppe Marrazzo, detto Joe Marrazzo, un altro noto giornalista italiano, reso celebre per le sue numerose inchieste su temi sociali, in particolare sulla mafia, ovvero: Cosa Nostra, la Camorra e la ‘ndrangheta.

Il Premio Andrea Barbato allo scrittore scarcerato Ahmet Altan

Al giornalista e scrittore Ahmet Altan, l’autore di ‘Non rivedrò più il mondo’, tornato in libertà grazie a una sentenza della Corte di Cassazione turca che ha ribaltato la sua precedente condanna all’ergastolo, a giugno 2021 sarà consegnato in Italia il premio giornalistico ‘Andrea Barbato’ .

POTREBBE INTERESSARTI: Mostra del cinema: “Leone d’oro alla carriera” a Roberto Benigni

Il riconoscimento assegnato da Passaggi Festival, a Fano, gli viene dato “per aver onorato la missione più alta del giornalismo: raccontare la verità a ogni costo, sostando nelle zone opache della realtà con la volontà paziente di rischiararle e per aver fatto sacrificio di sé per dare voce alle tante donne e uomini che non sono stati in grado di parlare o sono stati messi a tacere dalla violenza del potere” si legge nella motivazione.