Covid, Olimpiadi di Tokio a rischio cancellazione

0
96

Nonostante le rassicurazioni del CIO e del Comitato organizzatore, a causa della quarta ondata dell’epidemia di Covid che investe il Paese del Sol Levante, è alto il rischio dell’annullamento delle Olimpiadi di Tokio 2020

(Getty Images)

Le Olimpiadi di Tokio 2020, in calendario l’estate scorsa e posticipate alla prossima a causa della pandemia di Covid, insieme all’Europeo itinerante di calcio Euro 2020, sono il grande appuntamento sportivo dell’anno che alla luce del difficile momento che l’umanità intera sta vivendo dovrebbero segnare l’inizio simbolico del progressivo ritorno alla normalità pre-pandemia. Tuttavia, complice la recrudescenza dell’epidemia di Covid nel Paese del Sol Levante al punto tale che è stato interdetto il passaggio della staffetta della torcia olimpica nella città di Osaka, a dispetto delle rassicurazioni dei vertici del Cio e del Comitato organizzatore, l’annullamento Olimpiadi di Tokio è un’opzione sul tavolo. “Se ci sembrerà impossibile realizzarle, allora dovremo fermarci, decisamente. Se le Olimpiadi dovessero diffondere l’infezione, a cosa servirebbero i Giochi?” è l’interrogativo retorico e polemico di Toshihiro Nikai, noto in Giappone per non avere peli sulla lingua e soprattutto segretario generale del Partito LiberalDemocratico che sostiene il governo del Primo Ministro Yoshihide Suga.

LEGGI ANCHE –> Olimpiadi di Tokyo, non ci sarà la Corea del Nord: i motivi

Ipotesi Olimpiadi di Tokio 2020 senza pubblico

Nondimeno, resta ancora in piedi, come ventilato dal Ministro Kono, l’opzione dello svolgimento dei giochi senza spettatori dopo che il mese scorso gli organizzatori hanno annunciato la mancata presenza di pubblico estero, anche se le vendite internazionali dei biglietti rappresentano solitamente il 10-20% del totale complessivo.

LEGGI ANCHE –> Ondina Valla, la storia della prima italiana a vincere l’oro alle Olimpiadi

Nonostante le tante incognite che gravano sulle Olimpiadi di Tokio 2020 e la prima defezione, quella della Corea del Nord che ha già formalmente reso noto che non parteciperà all’evento per “proteggere” i propri atleti dal rischio contagio, il CIO, il Comitato Olimpico Internazionale, per l’ennesima volta ha rassicurato che il Movimento Olimpico ci sarà, ci saranno gli organizzatori, ci sarà il popolo giapponese, questa è una grande vittoria dell’umanità sulla pandemia“.