Calcio, nasce la Superlega: la formula, le squadre iscritte e il regolamento

0
498

Nasce la Superlega, il calcio si spacca: la formula, le squadre iscritte ed il regolamento. Una rivoluzione è in atto nel calcio mondiale, con i grandi club che scelgono un dorato isolamento. 

Stadio esaurito bellissimo
Stadio esaurito (Getty Images)

Da pochi minuti è passata la mezzanotte, quando viene emesso un comunicato che può segnare l’inizio di una nuova era del calcio mondiale:

Dodici prestigiosi club europei hanno annunciato oggi congiuntamente un accordo per costituire una nuova competizione calcistica infrasettimanale, la Super League, governata dai club fondatori.Milan, Arsenal, Atletico Madrid, Chelsea, Barcellona, ​​Inter, Juventus, Liverpool, Manchester City, Manchester United, Real Madrid e Tottenham hanno aderito in qualità di club fondatori. E ‘previsto che altri 3 club aderiranno come club fondatori prima della stagione inaugurale, che dovrebbe iniziare non appena possibile ”.

No ad una rottura con Uefa e Fifa

I club che hanno deciso questa scissione storica, conoscono le conseguenze a cui l’intero sistema del calcio mondiale andrà incontro. Per tale motivo, anche per prevenire, da subito, eventuali forti reazioni da parte di chi si è sempre opposto al progetto della Superlega, i club hanno auspicato che si avviino consultazioni con l ‘Uefa e la Fifa , al fine di migliorare, insieme, il pianeta calcio nel suo complesso.

Superlega: la formula, le squadre iscritte e il regolamento

La nascita della Superlega arriva nel momento in cui la pandemia di Covid – 19 ha presentato il suo conto. Un conto pesantissimo per le casse societarie dei grandi club europei. La crisi sanitaria ha bruscamente innescato ed accelerato il crollo di questi conti, già da anni stabilmente in rosso. La Superlega è la risposta dei grandi club alla crisi. Alla loro crisi. Potrà bastare?

Potranno bastare una vagonata di miliardi a risollevare i grandi club dalla crisi? A detta dei club aderenti alla Superlega occorre un nuovo approccio alle tematiche calcistiche. Una nuova visione che garantisca nuove regole in grado di vendere al meglio il prodotto calcio, uno spettacolo sempre migliore garantito dai migliori interpreti che si sfidano regolarmente.

Che fine faranno i campionati nazionali?

Le componenti avverse a questo cinico progetto, ovvero l’Uefa, la Federcalcio inglese, la Federcalcio spagnola, la Figc, e poi la Premier League, la Liga fino alla nostra Lega di serie A, avevano già chiaramente espresso la loro intenzione di impedire la realizzazione di un’idea di calcio solo per pochi eletti: ” Prenderemo in considerazione tutte le misure a nostra disposizione, a tutti i livelli, sia giudiziario che sportivo, al fine di evitare che ciò accada. Il calcio si basa su competizioni aperte e meriti sportivi, non può essere altrimenti ”.

Anche la Fifa esprime tutta la sua disapprovazione ” per una lega separatista europea chiusa al di fuori delle strutture calcistiche internazionali “. Ora occorrerà valutare la forza che potranno collegialmente ai club aderenti alla Superlega per combattere legalmente tutti quei componenti istituzionali che si stanno opponendo con tutte le loro forze in questo progetto di grande cambiamento del calcio.