Addio a Monica Bandini, la ciclista contadina è stata colpita da un malore

0
246

Scomparsa prematuramente la campionessa Monica Bandini. La ciclista è stata colta da un malore fatale mentre lavorava nei campi

Monica Bandini

Un lutto inaspettato nel mondo dello sport, ieri pomeriggio è venuta a mancare Monica Bandini, la campionessa di ciclismo che per ben tre volte è salita sul podio dei Mondiali. La ciclista, considerata una tra le più talentuose in Italia, aveva solo 56 anni.

La campionessa è stata colta da un malore improvviso che purtroppo le è costato la vita. Monica Bandini è deceduta presso al tenuta ortofrutticola di famiglia, a Villagrappa di Forlì, mentre potava le viti.

Leggi -> Covid, Michael Antonelli è morto a 21 anni: ciclismo in lutto

Il mondo dello sport in lutto per Monica Bandini

Nonostante la campionessa dopo numerose soddisfazioni, trofei e traguardi, avesse lasciato la carriera da professionista nel 1999, continuava a partecipare a numerose granfondo e la prestigiosa Nove Colli, che ha dominato per ben quattro volte fino al successo del 2019. il su c.t. Davide Cassani, nell’esprimere il suo cordoglio e il suo dolore ricorda infatti che Monica fino a pochi giorni fa saliva ancora in sella : “La vedevo spesso, pedalava ancora con noi, anche pochi giorni fa eravamo insieme”, ha dichiarato il c.t. Nessuno del resto poteva immaginare che la ciclista sarebbe scomparsa così prematuramente. Anche il presidente Cordiano Dagnoni ha espresso il proprio cordoglio alla famiglia della campionessa, a nome di tutta la federazione e di tutto il mondo del ciclismo.

Non solo il mondo dello sport, il presidente dell’Emilia Romagna, Stefano Bonaccini,  ha ricordato Monica Bandini con queste parole: “Una sportiva e una stella per il ciclismo femminile italiano. Una campionessa che ben sapeva come alle ‘volate’ si arriva solo dopo tanta fatica e allenamento. Una persona profondamente legata alla sua terra, alla Romagna, dove aveva scelto di lavorare e dove continuava a pedalare, anche dopo aver lasciato le gare”.