SuperLega, dimissioni Agnelli: la Juve smentisce, ma il progetto è fallito

0
194

Caos SuperLega, voci di dimissioni di Andrea Agnelli dall’Inghilterra: la Juve smentisce, ma il progetto è fallito.

(Paolo Rattini/Getty Images)

Secondo alcune notizie che arrivano dall’Inghilterra, Andrea Agnelli avrebbe lasciato trapelare l’intenzione di dimettersi da presidente della Juventus dopo il crollo del progetto SuperLega. Miguel Delaney di The Independent riferisce che Agnelli starebbe valutando le dimissioni, poiché è stato uno dei padri fondatori della Super League europea. Ma da casa Juve smentiscono questa notizia.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Calcio, nasce la Superlega: la formula, le squadre iscritte e il regolamento

Quella delle dimissioni di Agnelli è la notizia che più sta circolando in questi minuti sui social network, ma sarebbe appunto destituita di ogni fondamento. La Juventus finora sostiene che Agnelli non si è dimesso, ma la pressione su di lui dopo quanto avvenuto è sicuramente in crescita. Praticamente, del progetto originario nella tarda serata di oggi restano in ballo solo le tre italiane.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Super Lega, finale Champions a rischio: quali sono gli scenari

Le dimissioni di Andrea Agnelli: la Juventus prepara la smentita

Troppo poco, a quanto pare, per proseguire in questa operazione di ‘restyling’ del mondo del calcio europeo. Dunque, naufraga in meno di 48 ore il progetto SuperLega, che avrebbe visto il presidente del Real Madrid Florentino Perez come primo presidente, mentre Andrea Agnelli sarebbe dovuto essere il suo vicepresidente. Nel frattempo, si sarebbe dimesso – sempre secondo la stampa inglese – il capo del Manchester United Edward Woodward. Questi, stando a quanto si apprende, avrebbe comunque lasciato entro la fine dell’anno.

Chelsea e Manchester City sono state le prime a togliere l’appoggio alla Superlega, meno di 48 ore dopo esserci entrate, con il Barcellona che ha avvertito che non l’avrebbero ratificata senza un voto dell’Assemblea dei soci. Voto che a quanto pare dovrebbe o sarebbe dovuto essere contrario. Anche l’Atletico Madrid dovrebbe ritirarsi. Stasera è fissato un incontro di emergenza dei 12 club della Super League, con Perez del Real Madrid che dovrebbe fare una dichiarazione alle 23.30 ora locale. Ma sembra che anche il numero uno dei merengues avrebbe fatto già retromarcia. Sul fronte italiano, al momento, tutto tace.