Ramona Beatrice Paveliuc scomparsa da 4 anni: stasera a Chi l’ha visto?

0
148

Ramona Beatrice Paveliuc, la ragazza lavorava a Londra quando e dal 21 aprile 2017 non si hanno notizia ma c’è la traccia del bancomat

Ramona Beatrice Paveliuc
Ramona Beatrice Paveliuc (foto Facebook)

Questa sera Chi l’ha visto?, la trasmissione di RaiTre condotta da Federica Sciarelli, si occuperà di un nuovo vecchio caso in occasione del quarto anno dallo scomparsa. Era il 21 aprile del 2017 quando scomparvero le tracce di Ramona Beatrice Paveliuc. Ventunenne quatto anni fa, viveva a Londra. Nativa della Romania, fin da bambina viveva in Italia prima del trasferimento.

Da quando si è trasferita nel Regno Unito ha vissuto prima a casa di una zia, poi ha cambiato diversi appartamenti in compagnia di alcuni coetanei. Vari sono anche i lavori che ha cambiato, dalla commessa alla cameriera.

Tutti i giorni mantiene i contatti con la mamma, tramite messaggi o chiamate, ma da oggi il cellulare risulta spento. È stato anche visionato il suo profilo Facebook e dal 15 aprile 2017 non ci sono aggiornamenti.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Stasera in TV 21 aprile, cosa vedere: Chi l’ha visto? o Buongiorno, mamma!

Ramona Beatrice Paveliuc, quel movimento bancario da chiarire

 

A giungo, però, una traccia. Un movimento dal suo bancomat che fece scattare l’allarme. Si mosse la polizia inglese, ma ad oggi di Ramona non si sa ancora nulla così come non si sa che a effettuare quel movimento bancario fu lei o qualcun altro.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> L’Eredità, la risposta della campionessa fa infuriare i fan: “Com’è possibile?”

Oltre agli appelli, le richieste e nuove e vecchie segnalazioni su persone scomparse e casi di cronaca, questa sera in trasmissione si parlerà anche di Denise Pipitone dove sono state annunciate intercettazioni inedite.

Intanto tra gli ultimi aggiornamenti della trasmissione c’è che è stato ritrovato il ragazzo bresciano scomparso nel Veronese il 7 marzo. Il nome non è stato riportato ma si dovrebbe trattare di Marco Turrini.