Manuela Bailo, uccisa da Fabrizio Pasini: le accuse all’uomo

0
282

Manuela Bailo, fu uccisa dal suo amante Fabrizio Pasini, sua sorella dichiarò che per lei era un vero e proprio compagno di vita, parlavano di figli.

Manuela Bailo, l'uomo che l'ha uccisa avrà solo 16 anni di carcere (Facebook)
Manuela Bailo, l’uomo che l’ha uccisa avrà solo 16 anni di carcere (Facebook)

L’assassino di Fabrizio Pasini è stato condannato a 16 anni di carcere perché non gli è stata riconosciuta la premeditazione del delitto, nonostante la ragazza sia stata uccisa , per poi esser messa in alcuni sacchi della spazzatura per poi esser gettata in una vasca di liquami.

La donn aveva 32 anni quando conobbe un uomo 15 anni più grande di lei, era sposato, ma aveva diverse relazioni extraconiugali, continuava a prendere in giro la donna parlandole di figli durante le loro chat su Whatsapp.

Sottolineava anche la possibilità di diventare genitori, ma durante l’estate del 2018 l’uomo uccise la sua collega e amante, la relazione era diventata troppo pesante Pasini, perciò decise di eliminarla senza alcun ripensamento.

Dopo aver commesso l’omicidio, l’uomo di 49 anni cercò di nascondere il corpo in fondo ad un terreno agricolo ad Azzanello nella provincia di Cremona.

Partì per la Sardegna cercando di evidenziare un alibi con la moglie e i suoi due figli, i Carabinieri lo fermarono proprio quando tornò dalle ferie ad Alghero.

>>> POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:Manuela Bailo: chi era la donna uccisa a Brescia nel 2018

Manuela Bailo, l’uomo che la uccise dopo un mese continuava a negare

Pasini continuava a negare dopo circa un mese di indagini, dove fosse e che fine avesse fatto la donna, ormai scomparsa da diverse settimane. La famiglia della donna si è espressa dopo la sentenza.

Dichiarando che non si sentono ripagati, la punizione non soddisfa la loro perdita, sperano che il pm riesca a ricorrere in appello, proprio perché ci sono svariati motivi che giustificano la premeditazione.

>>> POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Omicidio Panaro: mezze verità, quasi quarant’anni dopo

Inoltre sua sorella Arianna ha ricordato il rapporto che la legava alla sua sorella maggiore, affermando che la ragazza non si considerava come un’amante di Fabrizio Pasini, ma bensì per la donna il suo carnefice era diventato un vero e proprio compagno.

Nel 2017 si era separato da sua moglie per un mese, mentre negli ultimi periodi si era offerta di conoscere i suoi figli e di desiderare un bambino con l’uomo.

Secondo il profilo di alcuni criminologi, Fabrizio Pasini sembra essere il tipico profilo di un soggetto molto immaturo, manipolatore e narcisista. Le sue illusioni e le sue bugie servivano a tenere a bada la donna in caso di necessità, l’uomo stava cercando di svolgere la sua vita con l’ausilio di menzogne ben costruite.