Von der Leyen: turisti Usa in Ue se vaccinati

0
217

Intervistata dal New York Times la presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen ha aperto le porte al turismo dei cittadini Usa all’interno dei paesi Ue: “I 27 stati membri accetteranno in maniera incondizionata chi ha ricevuto vaccini approvati dall’Ema”.

BRUSSELS, BELGIUM – SEPTEMBER 16: Ursula von der Leyen leaves the European Parliament plenary on September 16, 2020 in Brussels, Belgium. In the wake of the Coronavirus pandemic and economic crisis, Members of the European Parliament will examine von der Leyen Commission’s achievements to date in her first State of the European Union debate. (Photo by Christian Ernhede/Getty Images)

L’Europa apre le porte ai turisti americani che sono già stati vaccinati contro il Covid-19, a confermarlo è stata la presidente della commissione la presidente della Commissione dell’Unione europea Ursula von der Leyen nell’intervista rilasciata al NY Times: “Gli americani, da quello che posso vedere, usano vaccini approvati dall’Agenzia europea per i medicinali (Ema) ciò consentirà la libera circolazione e viaggi nell’Unione europea. Perché una cosa è chiara: i 27 Stati membri accetteranno, incondizionatamente, tutti coloro che saranno vaccinati con vaccini approvati dall’Ema”. 

Nessuna tempistica certa da parte dell’Unione europea, anche se il New York Times parla di nuove regole che potrebbero essere già accolte a partire da questa estate, incluso il fatto che le vaccinazioni proseguiranno anche in altri paesi. Ursula von der Leyen ha anche espresso stupore per “l’enorme progresso” della campagna di vaccinazione negli Stati Uniti, che entro la metà di giugno dovrebbe arrivare a vaccinare il 70% della popolazione adulta.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Il piano Ue per il “Green pass digitale”

I viaggi naturalmente potranno essere intrapresi considerando le variazioni “dalla situazione epidemiologica, ma negli Stati Uniti la situazione sta migliorando, come, speriamo, l’Unione Europea” – ha aggiunto la la presidente della Commissione dell’Unione europea. Il quadro sembra definirsi anche per opera delle del dialogo in corso su discussioni tecniche tra Unione Europea e Stati Uniti per far sì che i certificati possano essere “universalmente” leggibili tecnicamente – in modo che la vaccinazione possa avere validità in ogni luogo  per viaggiare senza restrizioni all’interno dell’Unione europea. Molto probabilmente si opterà in futuro per l’utilizzo di mezzi a bassa tecnologia, così da poter consentire una veloce e facilitata visione dei certificati.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Covid-19, il virologo Pregliasco: “Valutazioni sul coprifuoco tra 15 giorni” – VIDEO

Il quotidiano americano ha ricordato che paesi come la Grecia, Spagna, Italia, Portogallo e Croazia ogni estate accolgono sul proprio territorio milioni di turisti americani, il passo dell’Ue e l’apertura verso i pass potrebbero agevolare in tal senso il turismo verso questi paesi. Al momento i viaggi non necessari verso l’Unione europea sono vietati, tranne per alcuni paesi con contagi molto bassi, come l’Australia, la Nuova Zelanda e la Corea del Sud.