Mauro Morandi, il “custode” di Budelli lascia l’isola dopo 32 anni

0
371

Getta la spugna Mauro Morandi, il “custode” di Budelli: dopo 32 anni abbandona l’isola. “Mi sono veramente rotto le palle”

Mauro Morandi

Alla fine ce l’hanno fatta: Mauro Morandi, il “custode” dell’isola di Budelli, angolo di paradiso incontaminato dell’arcipelago sardo de La Maddalena, alza bandiera bianca e dice basta ai tentativi, che vanno avanti da vent’anni, per sfrattarlo. Con un post sul proprio profilo Fecebook Morandi, infatti, ha annunciato che dopo 32 anni abbandonerà l’isola:

LEGGI ANCHE –>Meteo, pioggia su Nord e Centro caldo al Sud. Allerta meteo su due regioni

“È una ventina di anni che lotto contro chi mi vuole mandare via, anche se sostenuto, psicologicamente e non solo, da Budelli e da tutti voi che mi sostenete, ora però mi sono veramente rotto le palle e me ne andrò sperando che in futuro Budelli sia salvaguardata come io ho fatto da ben 32 anni”. Tuttavia, il suo non è un addio a tutta la Sardegna: “Vedrete ancora le mie foto da un altro posto, tanto la Sardegna è tutta bella”.

Chi è Mauro Morandi, il “custode” dell’isola di Budelli

Ex insegnante di educazione fisica, Morandi ha mollato tutto per una vita a contatto con la natura. Nel 1989 è arrivato, insieme ad alcuni suoi amici, sull’isola di Budelli in catamarano: loro sono ripartiti, lui è rimasto. Il vecchio custode stava per andare in pensione e così Morandi motu proprio ne ha proseguito l’opera impegnandosi nel preservare le spiagge dai comportamenti dei turisti, tuttavia per lo Stato è un inquilino che vive in un bene demaniale, quindi pubblico, abusivamente. Nell’agosto del 2017 è stato “graziato” anche grazie alle 18 mila firme raccolte con la petizione che aveva lanciato online.

 

Ma la scorsa estate, come riportato dal portale ilfattoquotidiano.it, il Direttivo del Parco della Maddalena ha deciso di avviare la bonifica ravvisando come il manufatto noto come “la casa del custode” abbia subito nel corso dei decenni modifiche che, secondo gli amministratori del Parco, sono state realizzate, almeno in parte, senza alcun permesso. All’apertura del cantiere, pertanto, Morandi dovrà lasciare l’isola di Budelli dal momento che non potrà risiederci durante i lavori né potrà tornarci in seguito. Ora, però, Morandi ha deciso di anticipare i tempi dicendo addio alla perla della Maddalena.