Biden al Congresso: riforma della polizia e stretta sulle armi

0
233

Il presidente degli Stati Uniti spinge per riformare la polizia e mettere una stretta sulle armi: attenzione rivolta anche verso l’immigrazione. Biden chiede ad un Congresso spaccato in due l’appoggio per attuare la riforma da oltre 4 mila miliardi di dollari per rilanciare gli Usa.

WASHINGTON, DC – APRIL 28, 2021: President Joe Biden addresses a Joint Session of Congress, with Speaker of the House Nancy Pelosi and Vice President Kamala Harris behind on the dais, on Capitol Hill in Washington DC Wednesday April 28, 2021. (Photo by Melina Mara/The Washington Post)

“Il futuro dell’America è nelle nostre mani”, la frase lanciata da Biden per spingere il Congresso a sostenere il Piano di ripresa per il Paese: per portare a compimento in primis la riforma dell’immigrazione, riformare la polizia e appore una stretta sulle armi. Come riporta l’Ansa, il presidente degli Stati Uniti ha affermato: “ho ereditato un Paese in crisi, ora l’America è di nuovo in cammino” – ricordando come la campagna vaccinale abbia portato a ottimi risultati, difatti in poco più di tre mesi negli Usa sono state somministrate 222milioni dosi di vaccino.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Giornata della Terra, Biden: “decennio decisivo”

Biden ha parlato al Congresso nell’ottica di unire repubblicani e democratici nell’appoggiare il nuovo Piano, il passaggio più difficile, quello della convergenza delle due parti sul Piano di rilancio: 2,3 miliardi di dollari saranno indirizzati alle infrastrutture e altri 1,8 miliardi a favore delle famiglie, difendendo la sua intenzione di alzare le tasse sull’1% della popolazione – all’interno del progetto di Biden anche l’aumento delle tasse alla popolazione, ma su questo punto avverte: “Non imporrò alcun aumento sulle persone che guadagnano meno di 400 mila dollari. E’ invece ora che le grandi aziende americane e i più ricchi paghino la loro giusta quota. Solo quello che è giusto” – affermando poi che i dati a disposizione dimostrano come “55% delle aziende più grandi ha pagato zero tasse federali sul reddito lo scorso anno su oltre 40 miliardi di utili” – molte aziende, dice ancora Biden, hanno evaso le tasse.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>>  Presidente Biden alla famiglia di George Floyd: “Venite alla Casa Bianca”

Parlando di evasione il presidente Biden ha ricordato come la crisi abbia avuto un effetto negativo per molte famiglie americane, ma “650 miliardari in America hanno visto la loro ricchezza aumentare di oltre mille miliardi di dollari.” Poi poggiandosi sul caso George Floyd ha ribadito la necessità di riformare la polizia: “Abbiamo visto il ginocchio dell’ingiustizia sul collo dell’America afroamericana. Ora bisogna voltare pagina, è il Paese che lo vuole” – una riforma che porterebbe proprio il nome dell’afroamericano ucciso dalla polizia il 25 maggio 2020. Una riforma necessaria visti anche gli ultimi avvenimenti che hanno visto le forze di polizia come attore principale di diversi casi controversi – sulla stessa onda la riforma delle armi su cui Biden conta di riprendere la piccola eredità di Obama. Infine Biden si è rivolto anche a Vladimir Putin e Xi Jinping: “Non vogliamo conflitti o escalation”.