Piergiorgio Odifreddi, chi è e la sua storia

0
62

Piergiorgio Odifreddi, chi è e la sua storia. Conosciamolo meglio attraverso alcune sue note biografiche ed il suo pensiero.

Piergiorgio Odifreddi
Piergiorgio Odifreddi (Getty Images)

Piergiorgio Odifreddi è piemontese, più esattamente di Cuneo, città dove nacque nel 1950. Matematico, logico ed accademico italiano. Nato in una famiglia di geometri, frequentò l’Istituto Tecnico di Geometri di Cuneo, per laurearsi con lode in Matematica nel 1973 presso l’Università di Torino. Intrapresa attività accademica, ha iniziato, parallelamente, una carriera di divulgatore, attraverso collaborazioni con varie testate giornalistiche, tra cui La Stampa e La Repubblica.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Nobel Fisica 2020: premiate scoperte su buchi neri: chi sono gli scienziati

Altro tassello fondamentale nella multiforme attività di Piergiorgio Odifreddi è quello riguardante la saggistica. Tutti i suoi scritti evidenziano una sorta di filo rosso che li tiene legati insieme. La ferma convinzione che la scienza in generale, ed in particolare la matematica, siano materie che quasi naturalmente entrino nelle altre discipline come la letteratura, la musica, l’arte, la filosofia e la teologia. La matematica, e quindi la logica, come motore del sapere.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Eva Mameli Calvino, chi era la madre di Italo Calvino

La teologia, la religione e la fede secondo Odifreddi

Piergiorgio Odifreddi in conferenza
Piergiorgio Odifreddi in conferenza (Getty Images)

In riferimento alla teologia, quindi al tema della religione e della fede, Piergiorgio Odifreddi ha espresso chiaramente le sue idee che, naturalmente, hanno suscitato feroci critiche e rumorose polemiche. Il matematico ha sempre espresso dichiarato di essere ateo e questo ateismo lo ha raccontato e motivato in alcuni suoi libri. Nel suo libro più famoso “Perché non possiamo essere cristiani (e meno che mai cattolici)”, ha proposto la lettura di alcuni testi come il Pentateuco e il Nuovo Testamento con uno sguardo razionalista ed evidenziandone le incongruenze ed inesattezze.

Il testo riportato sulla copertina del libro è quanto mai chiaro ed esplicito: “Se la Bibbia fosse un’opera ispirata da un Dio, non dovrebbe essere corretta, coerente, veritiera, intelligente, giusta e bella ?, Contraddizioni logiche, falsità storiche, sciocchezze umane, perversioni etiche e bruttezze letterarie? “. Si può chiaramente intendere come espressioni così chiare e hanno contribuito a fare di Odifreddi un personaggio scomodo e non certo dai toni concilianti.

Piergiorgio Odifreddi chi è, la sua storia, il suo impegno politico

Piergiorgio Odifreddi è stato attivamente impegnato anche in ambito politico. Nel 2007, su espresso invito di Walter Veltroni partecipò alle primarie del Partito Democratico ed è risultato eletto nel collegio di Torino Centro. Tra le sue idee forti dal punto di vista politico possiamo citare la sua vicinanza al pensiero comunista e la conseguente preferenza per una forte presenza dello stato centrale, così come abolirebbe il Concordato e lo stato del Vaticano. Come si evince da questa breve rassegna tutto il pensiero di Odifreddi è guidato dalla logica, che tutto deve guidare e giudicare. Per questo non vi è spazio per alcun tipo di fede trascendente.