Covid, Pfizer: “Vaccino efficace anche per i 12-15enni”

0
351

Potrebbe essere disponibile per giugno il vaccino anti-Covid per i 12-15enni per il quale la Pfizer ha inoltrato le relativa autorizzazione all’EMA

(Getty Images)

Pfizer e BioNTech hanno chiesto all’EMA di estendere l‘autorizzazione del vaccino ai ragazzi dai 12 ai 15 anni. In una nota le società spiegano di aver sottoposto a test, in fase III, 2.260 adolescenti riscontrando un’efficacia pari al 100% e una risposta immunitaria “solida”. Si ritiene che la doppia somministrazione ai minori sia importante per l’immunità di gregge e per il contrasto alla pandemia. Il vaccino potrebbe essere disponibile per queste fasce d’età da giugno se l’approvazione dell’agenzia europea dovesse arrivare in tempi rapidi.

LEGGI ANCHE –> Coppa Italia ‘Covid-free’: Atalanta – Juventus a porte aperte

Intanto è sempre più fuori controllo la situazione in India: oltre 400.000 nuovi casi di positività al coronavirus nelle ultime 24 ore, un record mondiale. Lo ha reso noto il Ministero della Salute indiano; per la precisione, 401.993 i nuovi contagi in un giorno, dato che aggiorna il relativo totale a oltre 19.1 milioni, mentre il numero dei decessi è di 3.523 per un totale di 211.853. Almeno 12 pazienti affetti da Covid sono morti per l’incendio divampato in un ospedale dello stato del Gujarat: è l’ultimo di diversi episodi di roghi in ambienti ospedalieri travolti dall’epidemia.

Covid, Pfizer: “Vaccino efficace anche per i 12-15enni”. Italia, ISS: “Lenta decrescita della curva”

Sono 13.446 i nuovi casi di contagio e 263 le vittime nelle ultime 24 ore nel nostro Paese.  Diminuisce il numero dei ricoveri nelle terapie intensive (-57) così come quello nelle aree mediche degli ospedali (-411). I guariti sono stati 15.621. I tamponi effettuati sono 338.771, con un tasso di positività che cala dal 4.3% al 3.9%. “In Italia c’è una decrescita ma sempre lenta della curva” ha dichiarato il Presidente dell’ISS, Silvio Brusaferro, che ha citato 2 flussi: secondo l’ISS, domenica scorsa l’incidenza era a 146 contro i 157 della settimana precedente mentre, secondo il Ministero della Salute, a 148 per 100 mila abitanti contro 159 della settimana precedente. Anche l’età mediana dei casi decresce “a 42 anni” e “calano i casi nelle varie fasce d’età, prova indiretta dell’efficacia della vaccinazione“.

LEGGI ANCHE –> Covid, la protesta dei giostrai a Torino

“La diffusione di varianti a maggiore trasmissibilità può avere un impatto rilevante se non vengono adottate misure di mitigazione adeguate”: è quanto evidenzia un’indagine dell’Istituto Superiore di Sanità e del Ministero della Salute che certifica che “la campagna vaccinale non ha ancora raggiunto coperture sufficienti“. Inoltre, anche se la variante inglese è ormai “ampiamente predominante, particolare attenzione va riservata alla variante brasiliana, la cui prevalenza è rimasta invariata rispetto alle precedenti indagini”.

Così come reso noto dalla struttura del Commissario per l’Emergenza, Generale Figliuolo, il 29 aprile sono state somministrate 508.158 dosi di vaccino anti-Covid. Il dato “conferma le previsioni e dimostra che la macchina delle vaccinazioni è efficiente“, ha commentato il Commissario. “Il mantenimento di almeno 500 mila somministrazioni al giorno è adesso sempre più legato alla puntualità e alla consistenza delle consegne di vaccini“, ha infine precisato Figliuolo.