Kedzierzyn-Trento 3-1, polacchi campioni: Tabellino e Highlights

0
142

Giannelli e compagni non riescono a replicare il successo di Conegliano in Champions League

Kedzierzyn-Trento 3-1: Tabellino e Highlights

Kedzierzyn-Trento: Tabellino e Highlights

Kedzierzyn-Trento: Tabellino e Highlights

Kedzierzyn-Trento: Tabellino e Highlights

Kedzierzyn-Trento: Tabellino e Highlights – La finale della Champions League di volley 2021 vede fronteggiarsi a Verona l’Itas Trentino e la squadra polacca del Zaksa Kedzieryn. Il club italiano è alla quinta finale della loro storia e vogliono riportare a casa il massimo trofeo europeo a dieci anni dal loro terzo e ultimo trionfo. Gli avversari sono invece alla loro prima partecipazione all’ultimo atto della Champions League e il tecnico Nikola Grbic vorrebbe riportare in Polonia una coppa che manca da 43 anni. Trento è già stata eccezionale per avere eliminato il Berlino e aver firmato un’autentica impresa contro il Perugia nel derby tutto italiano in semifinale. Ora però sarà fondamentale arrivare fino in fondo alla competizione.

Primo set

Nel primo set, il sestetto italiano vede in campo gli uomini più in forma, con schierati da coach Lorenzetti Giannelli in regia, Abdel-Aziz opposto, Lisinac e Podrascanin centrali, bande Michieletto e Lucarelli, con Rossini nel ruolo di libero. La squadra italiana parte forte, anche se i polacchi saranno bravi a rimontare subito, giocando poi il resto del set praticamente punto su punto. Lo scatto vincente degli avversari della squadra di Lorenzetti arriva però nel finale, di fatto nel momento decisivo del parziale, con lo Zaksa che vince il primo set per 25-22.

Secondo set


Come nel primo set, gli errori non mancano neanche nel secondo parziale, con la partita che non è esteticamente bellissima, ma Trento ha ora bisogno di fare risultato, per evitare che la formazione polacca possa conquistare anche il secondo parziale. Si gioca infatti al meglio dei cinque set. Si gioca punto su punto, anche se gli attaccanti dell’Itas devono fare un grande sforzo per poter superare la difesa tosta dei polacchi. Il sestetto italiano rimane comunque attaccato al match, senza permettere agli avversari di scappare nel punteggio. Senza trovare la forza di rimontare però, il Kedzieryn conquista ben tre set ball. La prima viene annullata grazie a un’ottima schiacciata centrale di Podrascanin, ma la formazione polacca riesce a portarsi sul 2-0, con il punteggio di 25-22, concretizzando la seconda occasione per chiudere il parziale.

Terzo set

Arrivati al terzo parziale l’Itas non può più permettersi di sbagliare, con lo svantaggio di due set, ma per quanto fosse partita bene, con quattro punti consecutivi, viene poi troppo facilmente rimontata dalla formazione polacca, con lo stesso servizio che si rivela molto temibile per la ricezione della squadra di Lorenzetti. La squadra di Grbic non ha le grandi individualità delle quali dispone nel roster Trento, ma riesce abilmente a giocare di squadra per raccogliere grandi risultati e portarsi avanti nel punteggio. In questa fase la formazione italiana però tiene e si continua a giocare, almeno nella prima parte di set, punto su punto. In questa fase riescono anche ad accelerare, nel momento più critico e delicato del parziale, con un vantaggio prezioso sul 23-18, grazie alla diagonale stretta di Michieletto dalla zona 4. Preziosi poi gli ace di Lucarelli, che hanno dato un contributo importante alla vittoria dl terzo parziale, accorciando le distanze sul 2-1. Evidente il calo dei polacchi al servizio nel finale di set, influenzati anche da un rilassamento psicologico, forti del doppio vantaggio nei set.

Quarto set

L’Itas scende in campo per disputare contro il Zaksa nel quarto set per allungare almeno la partita e provare poi a completare la rimonta. La squadra polacca si mantiene in questa fase molto paziente, difendendo bene su ogni tentativo di assalto della squadra italiana e a ribaltare con grande dedizione e costanza l’azione, trovando spesso punto sui ritardi del muro del sestetto di Lorenzetti. Trento in questa fase sa però accelerare, trascinata annche dall’entusiasmo dell’ultimo parziale vinto. Il sestetto italiano è attento anche a muro, dove Giannelli riesce ad arpionare letteralmente la palla con un muro prezioso, che porta la sua squadra sul 14-11, quindi in vantaggio di tre lunghezze. I polacchi riescono però ad accorciare, anche se Trento rimane avanti, sebbene solo di un punto. Zaksa attacca e spesso lo fa bene, ma il set è quanto mai aperto, ma Giannelli, di fatto un veterano di questa competizione, è il vero valore aggiunto della squadra di Lorenzetti, capace di fare la differenza al palleggio. Su questo ritmo le squadre arrivano fino al 24-24, con l’Itas che annulla un match point ai polacchi. Non basta questo punto per evitare che lo Zaksa abbia un’alta occasione, ma al servizio anche questa viene sprecata malamente. L’equilibrio non si rompe neanche sul 26-26, perché Trento continua a lottare e stringere i denti nonostante i tentativi degli avversari per chiudere il match. Alla quarta occasione lo Kedzierzyn con un ace riesce però a risolvere definitivamente la partita, un punto che vale la vittoria del titolo, infrangendo i sogni del sestetto italiano, che alla fine non riesce a replicare il successo di Conegliano nel femminile. Grande delusione per l’Itas, ma la squadra polacca questa sera si è dimostrata davvero troppo solida, soprattutto in fase difensiva.           

 

Kedzierzyn b. Trento 25-22 25-22 20-25 28-26

Potrebbe interessarti anche -> ManchesterUtd-Roma 6-2: disillusione giallorossa

Segui la Champions League di pallavolo su Twitter

Highlights QUI