Milan-Benevento, dove vederla. Pioli punta su Ibra

0
45

Lo svedese dopo tre giornate d’assenza suona la carica. I rossoneri non possono sbagliare

Milan-Benevento, dove vederla

Milan-Benevento, dove vederla

Milan-Benevento, dove vederla – Per un Milan scivolato al quinto posto, anche se a 66 punti, alla pari con Juventus e Napoli, il momento è cruciale. La partita casalinga con il Benevento dell’ex leggenda rossonera Filippo Inzaghi (diretta tv dalle 20:45 su Dazn, Dazn1 e sul canale 209 di Sky per chi avesse lo specifico abbonamento) potrebbe decidere quasi tutta la stagione dei rossoneri, chiamati a vincere contro un’avversaria non irresistibile, ma in piena lotta per la salvezza, pur di rimanere nelle prime quattro posizioni. Sarebbe il colmo se dopo il lungo primato il Diavolo cedesse ad altri il piazzamento in Champions League. La verità è che la corsa delle inseguitrici è apparsa irresistibile nelle ultime settimane, mentre Stefano Pioli senza uomini decisivi come Ibrahimovic in fase realizzativa ha fatto molta fatica con gli altri attaccanti, complici anche le involuzioni di Leao e Rebic, acerbo il primo, discontinuo il secondo. Adesso però il tecnico rossonero non potrà far altro che affidarsi ai suoi fedelissimi, Donnarumma in porta, Kjaer in difesa, Kessie e Bennacer in mediana, Calhanoglu come numero dieci fuori discussione, Ibra come finalizzatore. Questa è la spina dorsale del suo Milan, che proverà a superare a San Siro senza eccessivi affanni i sanniti. Inzaghi per i giallorossi punterà invece sull’ex milanista Lapadula (27 presenze e 8 reti con il Diavolo per lui), con la probabilità di rispolverare il 4-3-2-1, il modulo ad albero di Natale che infatti fino alle feste di dicembre e gennaio era andato discretamente. Ora i campani si ritrovano nuovamente inglobati nella zona calda della classifica e credono nel poter fare il colpo contro un Milan apparso più volte stanco in questo ultimo periodo. Inzaghi potrebbe schierare dal primo minuto come trequartisti Iago Falque e Caprari, con Schiattarella ed Hetmaj diffidati che potrebbero rischiare di perdersi lo scontro diretto per la salvezza contro il Cagliari di Semplici il 9 maggio. Possibile che il tecnico del Benevento ricorra quindi a un turnover, ma senza rinunciare alla sua vocazione offensiva, cercando di ripetere l’impresa di tre anni fa con la vittoria in trasferta proprio sul Milan nella Scala del calcio. La marcia in più dei padroni di casa sarà però rappresentata proprio dal centravanti svedese, che rientra dopo aver saltato tre gari per i soliti guai fisici. Con lui la squadra cambia volto e questa sera Ibra punterà a colpire il suo 80esimo avversario diverso in carriera, dopo aver segnato già 84 reti in 130 presenze complessive con la maglia del Milan nel corso della sua carriera. Arbitrerà l’incontro Gianpaolo Calvarese.

Così in campo

Nel 4-2-3-1 di Pioli ecco che Zlatan guiderà quindi la manovra offensiva, con il portoghese Leao che potrebbe partire largo a sinistra e Saelemakers suo corrispettivo a destra. Dietro l’unica punta Calhanoglu, il trequartista turco che dovrà fare da trait d’union tra lo svedese e i centrocampisti Bennacer e Kessie. In difesa al posto di uno spento Tomori, al di sotto della sufficienza nelle ultime partite, tornerà titolare Romagnoli al fianco del difensore centrale danese. Sulle fasce Theo Hernandez, tra i giocatori più impiegati in stagione da Pioli, anche se lontano dai livelli dello scorso anno, e Calabria, che rientra dopo una brutta influenza e al momento è ancora in forse. In porta Donnarumma, per mantenere la porta inviolata ed evitare guai. Con una concorrenza così spietata in classifica il Milan non può sbagliare. Non a caso Pioli in queste ore ha lavorato tanto sulla motivazione dei suoi, ma Inzaghi avrà certamente fatto lo stesso.

 

Potrebbe interessarti anche -> ManchesterUtd-Roma 6-2: disillusione giallorossa

Segui gli aggiornamenti della Serie A su Twitter