Domenica Live, Salvini risponde a Fedez: “Frasi disgustose. Pronto ad un confronto in tv”

0
242

Il leader della Lega ha risposto così al discorso pronunciato da Fedez sul palco del Concertone del Primo Maggio.

(Screenshot video)

Matteo Salvini ha scelto Domenica Live per commentare le parole di Fedez, pronunciate ieri sul palco del Concertone del Primo Maggio. “Frasi disgustose” le ha definite il leader del Carroccio che, però, non esclude un confronto in tv con il rapper milanese.

Leggi anche -> Omicidio Vannini, attesa per domani la sentenza della Cassazione

Salvini: “Parole pronunciate da Fedez disgustose”

Salvini interviene sull’accesa polemica che riguarda il discorso pronunciato da Fedez durante il Concertone del Primo Maggio. Il rapper milanese, consorte di Chiara Ferragni e voce sempre più influente sulle tematiche sociali, ha deciso di aprire il suo intervento citando il DDL Zan e le frasi dei leghisti che in questi ultimi tempi l’hanno accompagnato.

“È la prima volta che mi è successo che mi è stato chiesto di inviare un testo di un mio intervento perché doveva essere messo al vaglio dell’approvazione della politica. Approvazione che purtroppo non c’è stata in prima battuta, o meglio… dai vertici di Rai 3 mi è stato chiesto di omettere nomi, partiti e di edulcorarne il contenuto”, ha esordito Fedez che ha poi continuato citando tutti i commenti che leghisti come Giovanni De Paoli, Alessandro Rinaldi, e Simone Pillon hanno pronunciato nei confronti della proposta di legge Zan.

Non poteva mancare dunque il commento del leader leghista il quale, intervenendo in collegamento nel programma pomeridiano di Barbara D’Urso, ha definito le parole di Fedez “disgustose”. “Chi augura la morte va curato. Condanno chi si esprime in maniera così bestiale”, ha affermato Salvini, entrando poi nel merito anche dei tentativi di censura al centro del dibattito: “Se la libertà esiste, esiste per tutti, non devono esserci artisti di serie A o di serie B. Non vedo perché Fedez possa esprimersi e invece vadano censurati Pio e Amedeo che hanno fatto ridere milioni di italiani su Canale 5. I vertici della Rai non li ho messi io, Rai 3 è schierata a sinistra, si mettessero d’accordo loro, il problema degli italiani non è comunque Fedez, ma la ripartenza, la vita vera”.

Leggi anche -> Fedez contro la Lega: “Ecco le loro frasi omofobe”, Salvini risponde

Salvini ha poi suggerito a Barbara D’Urso di organizzare un incontro in tv con Fedez per meglio confrontarsi su questa ed altre questioni. “Litigare non serve, stiamo vivendo un momento drammatico con persone che sono in ospedale. Io sono pronto a un confronto in tv con Fedez, anche qui a Canale 5”.