Udinese-Juventus, dove vederla. Vietato sbagliare

0
115

La squadra di Pirlo obbligata a vincere alla Dacia Arena. In gioco la Champions

Udinese-Juventus, dove vederla

Udinese-Juventus, dove vederla

Udinese-Juventus, dove vederla – Non ci saranno molte altre occasioni per guadagnarsi la prossima Champions League, con la prossima settimana nella quale è in programma anche lo scontro diretto con il Milan. IMpegnata oggi alla Dacia Arena, la Juventus di Andrea Pirlo non può permettersi passi falsi contro l’Udinese di Luca Gotti, che in rosa dispone anche di vecchie conoscenze come Pereyra e Llorente (diretta tv dalle 18 su Sky Sport Serie A al canale 202 e Sky Sport canale 251). Il sogno del decimo scudetto consecutivo è ormai svanito, perciò sarà ora necessario preservarsi almeno un piazzamento nella massima competizione europea. Troppo grave sarebbe finire quinti o peggio, per una stagione che si rivelerebbe completamente fallimentare di fronte alla crescita di concorrenti che non mollano un colpo, soprattutto in questo finale di stagione. Basta vedere le corse inarrestabili di Napoli e Atalanta oppure la necessità di Milan e Lazio di assicurarsi una rimonta nelle ultime giornate di campionato. La Roma sembra ormai fuori dai giochi, ma considerato il primo round della semifinale disputata all’Old Trafford, persa 6-2, i giallorossi devono necessariamente rimettersi in marcia anche in campionato, troppi i punti persi nelle ultime settimane. Pirlo assicura che «tutti nello spogliatoio siano perfettamente coscienti dell’obiettivo da raggiungere», anche spesso la cattiveria agonistica e la concretezza nei risultati siano mancate in campo, oltre alle eccessive distrazioni nella fase difensiva. Pirlo sarà ancora una volta orfano di uno dei suoi uomini decisivi, perché Chiesa è rimasto alla Continassa per provare a recuperare la migliore condizione in vista della sfida con i rossoneri nel prossimo weekend. Le statistiche dicono al momento che i successi per la Juventus negli scontri diretti sono stati 27, mentre le vittorie dell’Udinese sono ora ferme a sei, con il dettaglio relativo però dello scorso anno, un fattore da non ignorare, quando il 23 luglio i friulani vinsero in casa 2-1, quando al vantaggio di De Ligt risposero Nestorovski e Fofana. Chissà che Llorente non possa trovare spazio a gara in corso. L’attaccante spagnolo è stato uno dei pilastri della Juve dal 2013 al 2015 e ora è arrivato in Friuli per sostituire Lasagna durante la campagna di calciomercato di gennaio. Potrebbe trovare spazio almeno nella ripresa.

Così in campo

Gotti e Pirlo, almeno nelle intenzioni, hanno quindi le scelte di formazione abbastanza delineate, con i padroni di casa che si affideranno tra i pali a Scuffet, per via della squalifica del titolare Musso, sul solito terzetto difensivo formato da Becao, Nuytinck e Bonifazi, sul centrocampo a cinque guidto ancora una volta dal fantasista argentino De Paul. Se Pereyra sarà chiamato a giocare alle spalle dell’unica punta Okaka, a completare la mediana ci saranno Molina, Walace, Arslan e Stryger Larsen in fascia. La Juventus risponderà con il Dybaldo in avanti, nel tentativo di chiudere la partita quanto prima, a differenza di come era andata la gara di andata all’Allianz Stadium, con McKennie e Cuadrado sulle fasce nel 4-4-2 dove la mediana spetterà a Bentancur e Rabiot. Difesa a quattro per il portiere polacco Szczesny con Danilo e Alex Sandro terzini, mentre la coppia centrale sarà formata d De Ligt e Chiellini, con Bonucci che potrà rifiatare. Una formazione più prudente del solito, per evitare brutte sorprese dietro, ma che di certo investirà molto sull’affiatamento tra Ronaldo e Dybala da ritrovare.

 

 

Potrebbe interessarti anche -> Kiedzierzyn-Trento 3-1: polacchi campioni

Segui gli aggiornamenti della Serie A su Twitter