Giornata mondiale dell’igiene delle mani: come evitare germi e infezioni

0
248

In occasione della Giornata mondiale dell’igiene delle mani, l’Oms ha ricordato l’importanza della prevenzione da germi, batteri e virus. Un’abitudine che, con la diffusione del Covid-19, è divenuta essenziale.

giornata mondiale dell' igiene delle mani
Credit: Pixabay

Il 5 maggio ricorre il World Hand Hygiene Day, ovvero la Giornata mondiale dell’igiene delle mani. Dallo scoppio della pandemia da coronavirus lavarsi spesso le mani è divenuta una delle abitudini quotidiane essenziali per la prevenzione delle infezioni e della diffusione del virus. Si tratta di una delle misure fondamentali suggerite dalle autorità sanitarie insieme all’utilizzo delle mascherine e al distanziamento sociale. Lo slogan dell’edizione 2021 della ricorrenza è “Seconds save lives – clean your hands”, “I secondi salvano le vite – lavati le mani”.

La campagna globale fu lanciata per la prima volta dall’Organizzazione mondiale della sanità nel 2009 con l’obiettivo di sensibilizzare tutti i Paesi a migliorare e promuovere un’azione efficace per l’igienizzazione delle mani. Quest’anno in particolare, l’Oms chiede agli operatori sanitari di lavarsi spesso durante il lavoro, ai responsabili delle strutture di assicurare che le forniture per l’igiene siano sempre disponibili, e ai politici di investire per garantire a tutti la prevenzione da germi, batteri e virus, sensibilizzando l’opinione pubblica.

Ti potrebbe interessare anche -> Covid, prevenzione anche dopo il vaccino: ecco le misure da rispettare

Igiene delle mani: i suggerimenti per il lavaggio

Sul portale del Ministero della salute sono indicati alcuni suggerimenti per igienizzare le mani nella maniera più efficace. “È di cruciale importanza lavarsi correttamente le mani – viene specificato – a casa, nei luoghi di cura, in comunità, al fine di evitare il contagio con il nuovo coronavirus SARS-Cov-2, ridurre la sua trasmissione e limitare il rischio di co-infezione con altri microrganismi”. Per compiere l’azione è sufficiente frizionare tutte le parti delle mani con il comune sapone per 40-60 secondi. In assenza di acqua, è possibile ricorrere ai cosiddetti igienizzanti a base alcolica.

Ti potrebbe interessare anche -> Locatelli: “Rischio Covid contenuto se non irrilevante nei giovani”

Nella guida viene sottolineato che occorre igienizzare le mani prima di toccarsi occhi/naso/bocca, di mangiare e di assumere farmaci o somministrare farmaci ad altri; prima e dopo aver mangiato, aver usato i servizi igienici, aver medicato o toccato una ferita, aver cambiato il pannolino di un bambino, aver toccato una persona malata, aver toccato un animale; dopo aver frequentato luoghi pubblici essere rientrati in casa, aver maneggiato la spazzatura, aver utilizzato soldi e aver toccato altre persone.