Omicidio Ylenia Lombardo, c’è un fermo per la morte della 33enne

0
207

Omicidio Ylenia Lombardo, la Procura di Nola ha fermato un uomo di 36 anni per la morte della ragazza trovata carbonizzata in casa

Ylenia Lombardo
Ylenia Lombardo (foto Facebook)

Per la morte di Ylenia Lombardo, la ragazza di 33 anni il cui corpo è stato trovato semicarbonizzato a San Paolo Bel Sito, in provincia di Napoli, la Procura della Repubblica di Nola ha disposto il fermo a carico di una persona. Si tratta di un uomo di 36 anni.

Il corpo è stato ritrovato ieri quando alle 17.30 nel centro storico della piccola città vicino Nola, in via Ferdinando Scala. Dei residenti avevano notato del fumo uscire dall’appartamento al piano terra doveva viveva la ragazza. Immediato l’intervento dei Vigili del Fuoco e dei carabinieri che hanno fatto la scoperta.

Al vaglio degli inquirenti da subito sono state fatte varie ipotesi. Si era pensato che un incidente abbiamo potuto appiccare il fuoco ma anche alla natura dolosa e all’omicidio. Sul pavimento sono state infatti trovate tracce di sangue.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Luana D’Orazio, al via la raccolta fondi per il suo bimbo: le iniziative

Ylenia Lombardo, si attendono i risultati medici

Ylenia Lombardo
via Getty Images

Gli inquirenti hanno lavorato tutta la notte scavando nella vita della ragazze: contatti, amici, relazioni con uomini, e questa mattina è arrivato un fermo di cui non si conosce ancora il nome. La donna sarebbe stata picchiata e il responsabile avrebbe poi dato fuoco alla casa.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus, Stati Uniti: sì alla revoca dei brevetti sui vaccini

Ylenia era originaria si Pago del Vallo dei Lauri, della provincia di Avellino ma viveva a San Paolo Bel Sito da qualche anno. Subito dopo l’allarme la scientifica ha cominciato immediatamente i propri rilievi. I risultati che saranno pronto nei prossimi giorni e gli esami che verranno effettuati sul corpo della donna potranno dare maggiori informazioni ai carabinieri di Castello di Cisterna che indagano con la Procura.