Morta Martina Tabacchini: la blogger lottava contro il tumore

0
386

Non ce l’ha fatta Martina Tabacchini: la blogger lottava contro il tumore ed è morta nelle scorse ore, il dolore e il cordoglio.

(Facebook)

Era diventata una blogger molto nota quando aveva scelto di uscire allo scoperto e di raccontare la sua battaglia contro la malattia: lei è Martina Tabacchini, giovane donna originaria di Qualiano, in provincia di Napoli. Oggi la tragica notizia del suo decesso. Da anni, lottava contro il cancro e raccontava quella battaglia appunto su un blog.

LEGGI ANCHE –> Altro indicente mortale sul lavoro: morto schiacciato un operaio di 46 anni

Solare e tenace, “chi l’ha conosciuta sa quanta forza e voglia di vivere risiedevano in lei”, ricorda in un commosso addio su Facebook la Pro Loco di Qualiano, la prima a dare la notizia del decesso della ragazza. La certezza, sottolineano oggi i suoi concittadini, è che “Martina vivrà per sempre nei cuori di chi l’ha conosciuta”.

LEGGI ANCHE –> Usa, fu giustiziato per omicidio ma il Dna sull’arma del delitto è di un altro

Il cordoglio e il dolore per la morte di Martina Tabacchini

La giovane donna aveva deciso di trasformare il suo blog personale in un diario della sua battaglia contro la malattia. Scriveva in uno dei suoi primi post: “Ho vissuto in Ecuador per 3 anni fino a che non ho scoperto di avere un tumore che mi ha portata a tornare in Italia per curarmi. Questo è il mio racconto, o per lo meno ci provo. Prima era n’altra cosa sto blog”. Tra coloro che si sono stretti attorno al dolore della famiglia anche il Chievo Verona di calcio femminile, club in cui milita sua sorella Manuela.

E poi ci sono i ricordi dei suoi amici e dei tanti suoi lettori, una di loro scrive: “Martina Tabacchini scriveva benissimo e aveva un cuore immenso e gli occhi che le brillavano”. Poi ricorda: “Martina era molto lucida rispetto alla sua situazione. Era una delle donne più intelligenti che avessi mai incontrato. E aveva una bellissima voce. Se hai una bellissima voce, hai un dono in piu dalla natura”. Insegnante di dizione in una scuola di doppiaggio, la donna viene anche ricordata da chi con lei ha condiviso l’infanzia e l’adolescenza: “Quando ho appreso la notizia mi è mancato il fiato. Ti ricorderò sempre solare e sorridente; rimarrai nei miei ricordi come l’eterna ragazza sempre un passo avanti a noi altre”, scrive ad esempio Elvira.