Meteo, ultimo giorno di sole e sereno: ecco cosa succede dal tardo pomeriggio

0
360

Le previsioni meteo dell’Aeronautica Militare, del Dipartimento Nazionale per la Protezione Civile e del meteorologo Mario Giuliacci indicano per oggi, domenica 9 maggio, bel tempo su tutta Italia. Ma è l’ultimo giorno di attività intensa dell’anticiclone africano, già dalla sera di oggi entra in campo una nuova perturbazione che porterà piogge e temporali per tutto l’inizio della prossima settimana. Vediamo tutti i dettagli

Previsioni Meteo 9 maggio

Iniziamo dai dati presenti nel bollettino ufficiale del Dipartimento Nazionale per la Protezione Civile, emesso la sera del 8 maggio e valido per tutta la giornata di oggi domenica 9 maggio. La cartina dell’Italia è completamente verde e pertanto non sono presenti avvisi di meteo avverso ne altre allerta specifiche.

Il servizio meteo dell’Aeronautica Militare

Con i dati presenti nel bollettino ufficiale del servizio meteo dell’Aeronautica Militare del 9 maggio vediamo cosa succede nelle singole regioni.

Nord Italia: – Cielo sereno o poco nuvoloso per tutto il corso della mattina e del pomeriggio con progressivo aumento delle nuvole, a partire da Liguria e Piemonte con successivi e compatti addensamenti che dalle prime ore della sera si al resto del quadrante. Locali piovaschi su Piemonte e Valle d’Aosta.

—>>> Ti potrebbe interessare anche L’idrogeno verde sorpasserà l’idrogeno blu entro il 2030

Centro Italia e Sardegna: – Cielo da sereno a velato su tutto il quadrante, in transito sulla Sardegna, stabile sulle regioni peninsulari. Dal tardo pomeriggio si svilupperanno notevoli addensamenti che potranno dare corso a isolati rovesci su Marche, Lazio e Abruzzo.

—>>> Ti potrebbe interessare anche Insetto come alimento, l’Unione Europea dà la prima approvazione

Sud Italia e Sicilia: – Sereno o poco nuvoloso su tutte le regioni peninsulari del meridione e sulla Sicilia. Posisbili velature dal tardo pomeriggio.

Previsioni Meteo 9 maggio: il video del meteorologo Giuliacci

Le temperature minime sono in aumento su tutto il territorio ad eccezione della lieve diminuzione prevista sulla regioni adriatiche e su quelle ioniche. Le temperature massime sono in netto aumento ed in particolare su Trentino Alto Adige, Veneto e Friuli Venezia Giulia. Lieve diminuzione dal dato della Sardegna ma comunque all’interno della media del periodo.