Serie A, la minaccia di Gravina alla Juventus: ecco cosa rischiano i bianconeri

0
282

Gravina: Juventus fuori da serie A se ancora in Superlega. Concetto chiaro quello espresso dal presidente della FIGC.

Gabriele Gravina Presidente FIGC 1
Gabriele Gravina Presidente FIGC 1 (Getty Images)

Il progetto della Superlega, durato, ora più ora meno, quarantott’ore, si sta rivelando per la Juventus un boomerang dalle conseguenze imprevedibili. Soltanto qualche giorno fa il presidente dell’UEFA, Aleksander Čeferin , aveva direttamente minacciato alla Juventus, il Real Madrid e il Barcellona che sarebbero incorse in sanzioni disciplinari qualora avessero reiterato il progetto di scissione. Di quale natura potrebbero essere le possibili sanzioni? Probabilmente di natura economica, sicuramente con l’esclusione per uno, o forse due anni, dalle competizioni europee.

Adesso si aggiunge una nuova minaccia per la società bianconera e proviene direttamente dal presidente della FIGC, Gabriele Gravina : “Le norme sono chiare, ha detto il presidente della Figc. Chi fa ancora parte della Superlega non potrà partecipare alla Serie A “. Ecco, quindi, aprirsi, anche una nuova controversia, questa volta in ambito nazionale.

Gravina Juventus fuori da serie A. La risposta della Juventus

Ceferin e l’UEFA, Gravina e la FIGC stanno stringendo in una morsa assai pericolosa la società di Andrea Agnelli. La Juventus, attraverso un comunicato congiunto con Real Madrid e Barcellona, ​​aveva dato risposta alle minacce del presidente dell’UEFA. Nel comunicato si parlava espressamente delle minacce che i 12 club aderenti alla Superlega stavano ricevendo continuamente da non meglio specificate parti terze (non sarà mica l’UEFA?), Per desistere dal loro progetto di scissione. Per i tre club tutto ciò era inaccettabile.

Dopo l’ufficiale risposta alla UEFA, occorre rispondere alla FIGC. Le parole di Gabriele Gravina lasciano poco spazio alla discussione. Il comunicato della Juventus alla UEFA sembra voler mostrare i muscoli. Sarà così anche con la Federazione Italiana? Ora più che mai, Andrea Agnelli dovrà decidere da che parte stare. Quella che doveva essere una normale stagione di transizione dopo nove scudetti consecutivi, con un tecnico giovane in panchina, tanti giovani in campo, si sta sempre più trasformando in un incubo.

C’è il rischio concreto che la Juventus rimanga fuori dalle prime quattro classificate che, di diritto, giocheranno la prossima Champion League. Se sarà così, la colpa non sarà di Ceferin e della UEFA. Quelle, forse, saranno soltanto di Andrea Agnelli e di una cervellotica e poco lucida campagna politica che sta maledettamente complicando la stagione bianconera.