Ventimiglia, migrante picchiato da tre uomini: aveva provato a rubargli il cellulare VIDEO

0
196

Un migrante è stato assalito e preso a sprangate da tre persone, nel pomeriggio di ieri domenica 9 maggio, in pieno centro a Ventimiglia. Il Questore di Imperia Pietro Milone: “La gente ragiona sempre meno”.

Un migrante 23enne, originario della Guinea, è stato picchiato a sprangate, calci e pugni da tre uomini nel pomeriggio di domenica 9 maggio in pieno centro a Ventimiglia, all’angolo tra via Roma e via Ruffini, dietro al Comune e alla caserma della polizia di frontiera. Il piccolo comune italiano della provincia di Imperia in Liguria, ha visto l’aggressione di tre uomini originari di Agrigento e di Palmi, in provincia di Reggio Calabria), legati fra loro da rapporti di amicizia. Tutti e tre, residenti a Ventimiglia, sono stati denunciati a piede libero per lesioni.

A scatenare la furia dei tre sarebbe stato il tentativo di furto di un telefonino da parte del migrante a uno di loro. Dopo averlo inseguito, una volta bloccato, lo hanno aggredito. Il tutto però è stato filmato da un cittadino che, sentendo le urla, si è affacciato dal balcone e ha deciso di riprendere quei terribili momenti.

Il video del brutale pestaggio è stato poi condiviso sui social dallo stesso e ha consentito agli investigatori di identificare in poche ore gli autori dell’aggressione.

Nel filmato si vedono due persone armate di una spranga e di una specie di tubo che, assieme a una terza persona a mani nude, rincorrono il ragazzo e lo picchiano anche quando è ormai a terra. Oltre alle grida dello straniero aggredito, nel filmato si sente la voce in sottofondo di una donna che urla: “Lo ammazza”, “Lo sta ammazzando”, “scendete, aiutatelo che lo stanno ammazzando

 

L’uomo è stato soccorso dal personale sanitario del 118 e portato in ospedale. Ha riportato diverse lesioni, tra cui un forte trauma facciale.

I tre hanno dichiarato di essersi pentiti mentre il Questore Pietro Milone ha confermato che sono al vaglio altre immagini delle telecamere di sorveglianza della zona mentre, commentando gli episodi di violenza, ha anche evidenziato come, dati alla mano non risulti che siano aumentati in provincia di Imperia.

I tre sono stati raggiunti dalla misura cautelare dell’avviso orale mentre il Questore ha fatto appello alla popolazione affinché non vengano postati video di questo genere sui social: “Sarebbe opportuno girarli subito alle forze dell’ordine per consentire un intervento immediato e non dare vantaggio ai malviventi. Il migrante ha riportato lesioni lievi per 10 giorni ed è stato medicato all’ospedale Bordighera: “Per fortuna è stato colpito con oggetti in plastica – ha detto il Questore – ma questo nulla toglie alla violenza messa in atto dalle tre persone e, soprattutto la vigliaccheria visto che erano tre contro uno”.

POTREBBE INTERESSARTI: Agenzia delle Entrate: Problemi al sito per i 730 precompilati

Il Questore di Imperia Pietro Milone: “La gente ragiona sempre meno”

La gente sta ragionando sempre meno, passa subito alle mani. Mi è successo ieri di intervenire in pieno centro a Imperia, per separare due giovani, uno in auto e uno in scooter, che stavano litigando con violenza, davanti agli sguardi attoniti dei passanti”, afferma il questore che fortuitamente, di ritorno da un pranzo con la moglie e due amici di Genova, ha assistito alla scena.