Mazzoleni-Mastella, la bufera Var finisce in tribunale: partono le querele

0
229

Non si placa lo scontro tra Mastella e la famiglia Mazzoleni sul Var di Benevento-Cagliari: annunciate querele.

Credit: Valerio Pennicino/Getty Images

Ancora non si spengono le polemiche sulla partita Benevento-Cagliari giocata domenica 9 maggio e terminata 3-1 in favore dei sardi. All’86esimo minuto del match, quando il risultato vedeva imporsi i rossoblu con un gol di vantaggio, l’arbitro Daniele Doveri aveva fischiato un calcio di rigore per la squadra allenata da Pippo Inzaghi per un contatto in area tra AsamoahViola.

I festeggiamenti del Benevento per il fischio del direttore di gara erano durati però solo pochi istanti: Doveri era stato infatti prima richiamato da Paolo Mazzoleni, che dirigeva il Var, e aveva poi annullato il rigore dopo il consulto. La dirigenza del Benevento, che come il Cagliari cercava i punti per la permanenza in Serie A, ha criticato duramente l’operato della squadra arbitrale, accusando in particolare Mazzoleni.

La bufera del Var non si è però fermata al campo da calcio ma è arrivata fino al Parlamento. Sandra Lonardo, moglie del sindaco di Benevento Clemente Mastella, ha annunciato poco dopo il match un’interrogazione parlamentare mettendo in dubbio alcuni ipotetici interessi della famiglia Mazzoleni a Cagliari con l’ex patron rossoblu Massimo Cellino. Secondo Mastella l’arbitro era inoltre “recidivo” per aver a suo parere favorito i sardi anche nel match giocato contro il Napoli.

Ti potrebbe interessare anche -> Arbitri nella bufera, l’accusa: “Referti truccati per favorire la carriera”

Benevento vs Cagliari: lo scontro Mastella-Mazzoleni prosegue in tribunale

Mario Mazzoleni, ex arbitro e fratello del “varista” di Benevento-Cagliari, avrebbe fatto partire un centinaio di querele da un pool di legali dello studio Fratelli Bonomo di Bergamo per tutelare gli interessi della sua famiglia, dopo le pesanti accuse mosse dai tifosi campani sui social e da alcune testate giornalistiche in seguito al contestato episodio. A renderlo noto è il Corriere del Mezzogiorno.

Tra i destinatari del provvedimento c’è anche Clemente Mastella. Il sindaco di Benevento attraverso una nota ha dichiarato “ci vedremo volentieri in Tribunale”, annunciando di aver dato mandato ai suoi legali di valutare di querelare “per danno di immagine ed economico alla città quanto procurato in negativo dalla decisione assunta da Mazzoleni e da Doveri“.

Ti potrebbe interessare anche -> Salernitana promossa in Serie A 22 anni dopo: è la terza volta

In merito all’accusa mossa dalla senatrice Sandra Lonardo, Mario Mazzoleni ha spiegato che dopo aver terminato la carriera da arbitro ha creato una società che si occupa di arte, e che nel 2013 Massimo Cellino aveva acquistato a Forte Village due sculture regolarmente documentate e certificate. L’ex direttore di gara ha smentito categoricamente qualsiasi collegamento con i fatti accaduti durante Benevento-Cagliari, evidenziando che il fratello Paolo non ha mai avuto legami con la sua attività.