Christian Bracich, chi è l’imprenditore premiato da Sergio Mattarella

0
275

Christian Bracich è un imprenditore nominato eroe della Repubblica proprio da Sergio Mattarella, l’uomo ha assunto a tempo indeterminato una donna incinta.

Christian Bracich, l'imprenditore premiato da Sergio Mattarella come eroe della Repubblica (RaiNews)
Christian Bracich, l’imprenditore premiato da Sergio Mattarella come eroe della Repubblica (RaiNews)

L’uomo eletto da Mattarella eroe della Repubblica è un imprenditore triestino, il nobile motivo è riferito nell’Aprile del 2018, dove l’imprenditore ha assunto a tempo indeterminato una donna incinta.

In questo modo è diventato famoso in tuta Italia per il suo gesto esemplare, in questo modo ha contribuito alla promozione di politiche aziendali, le quali sono da sempre fondate sulla conciliazione tra la vita lavorativa e la vita familiare.

L’uomo ha 45 anni, è un imprenditore triestino, viene nominato Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana da Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Attualmente l’imprenditore è Amministratore Unico della Cpi-Eng, un’azienda di ingegneria e progettazione meccanica di Trieste. Nella sua azienda ci sono circa 60 dipendenti assunti regolarmente.

L’azienda nasce nel 1985, purtroppo verrà chiusa nel 1993, successivamente nel 2005 l’imprenditore triestino riaprirà l’azienda con la Cpi-Eng SRL, cercando di promuovere l’idea che per avere una crescita c’è bisogno di innovazione, investimenti in nuove idee e proporre servizi fuori dal comune.

>>> POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Cashback, volata finale per il super premio: attenzione alla squalifica

Christian Bracich, dopo aver ricevuto il merito è stato molo emozionato e grato

L’uomo sin dal primo momento è rimasto sorpreso dal riconoscimento conferitogli dal capo dello Stato, infatti ha affermato di non capire le ragioni per il quale una dipendente deve essere licenziata perché incinta.

Oggi la signora assunta ha avuto una bambina che frequenta l’asilo, nel momento in cui la donna è tornata in azienda, per i primi 6 mesi ha avuto la possibilità di lavorare da casa, con orari flessibili.

Nell’Aprile del 2018, l’imprenditore triestino ha trasformato un contratto determinato della sua dipendente incinta in un contro indeterminato con un correlato aumento dello stipendio.

>>> POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: David 2021, la figlia di Mattia Torre ritira il premio tra lacrime e applausi

Inoltre l’imprenditore ha stabilito un accordo con l’associazione culturale triestina per assicurare alla donna tutti gli strumenti necessari per educare la sua bambina.

La sua decisione è stata giustificata dal fatto di voler assicurare alla donna un certo welfare, in questo modo la sua è stata intesa una leva strategica aziendale che ha portato il dipendente ad essere  inteso come una risorsa da formare e valorizzare durante il percorso lavorativo.