Giappone: arrestata pornostar, è accusata di aver avvelenato il marito miliardario

0
248

Arrestata Saki Sudo, la pornostar giapponese che nel 2018 avrebbe avvelenato il marito con dei farmaci stimolanti

pornostar Saki Sudo

La pornostar giapponese Saki Sudo è stata arrestata con l’accusa di aver avvelenato il marito miliardario sposato appena tre mesi prima. Ad aver perso la vita Kosuke Nozaki, un 71enne giapponese, magnate del mondo immobiliare, degli alcolici e dei prestiti, anche conosciuto come il «Don Giovanni di Kishu». Il decesso dell’uomo è avvenuto nel 2018 ma solo qualche giorno fa la donna è stata arrestata.

Leggi anche -> Morto avvelenato mr. Yoozoo, il milionario cinese aveva 39 anni

L’arresto della pornostar

La pornostar è stata arrestata in quanto accusata di aver avvelenato il marito con dei farmaci stimolanti. Secondo quanto ricostruito nella notte del 24 maggio del 2018 Suko dopo aver cenato con il marito presso la loro villa di Tanabe lo avrebbe trovato privo di sensi sul divano della camera da letto.

A seguito di analisi nel corpo del milionario sono state rinvenute quantità eccessive di farmaci stimolanti. La dose letale è stata somministrata per via orale in quanto sul corpo dell’uomo non sono stati rinvenuti segni di punture. Ad incastrare la pornostar le ricerche effettuate dal suo telefonino. Saki Sudo non solo ha svolto delle ricerche online inerenti a questi farmaci stimolanti, ma ha usato anche i social per effettuare l’acquisto delle sostanze online.

La pornostar non era incensurata, la sua fedina penale era stata già macchiata con furti di denaro e gioielli. A Saki Sudo piace la bella vita, su questo ci sono pochi dubbi, ma al punto tale da commettere un omicidio?

Secondo diversi siti d’informazione giapponesi la pornostar sarebbe stata in trattativa con la prefettura della città di Tanabe per dividersi il bottino testamentario da 1,3 milioni di yen. Sempre secondo alcuni siti d’informazione giapponese sembrerebbe che la giovane donna avrebbe tentato di lasciare il Giappone prima di essere arrestata.