Denise Pipitone, la nuova pista conduce in Ecuador: segnalata ragazza somigliante a Piera Maggio

0
879

Una nuova segnalazione accende per l’ennesima volta i riflettori sul caso della sparizione di Denise Pipitone: segnalata in Ecuador una ragazza somigliante a Piera Maggio

(Screenshot video)

Una nuova segnalazione via social apre il cuore alla speranza di ritrovare Denise Pipitone, la bambina, all’epoca dei fatti, scomparsa da Mazara del Vallo i primo settembre del 2004, dopo la doccia fredda di Olesya Rostova, la ragazza russa molto somigliante a Piera Maggio che però l’esame del DNA e il diverso gruppo sanguigno hanno dimostrato senza ombra di dubbio non essere Denise Pipitone.

LEGGI ANCHE –> Mottarone, la testimonianza: “Scesa dalla funivia qualche ora prima della tragedia”

Come detto, moltissimi utenti social network stanno condividendo la foto di una ragazza, che vive in Ecuador, somigliante in maniera impressionante a Piera Maggio, la madre di Denise; la foto in questione è stata inoltrata anche alla stessa Piera Maggio e al suo legale Giacomo Frazzitta nella speranza di riuscire a far svolgere approfondite indagini per risalire all’identità della ragazza.

Denise Pipitone, anche i media dell’Ecuador riportano la notizia

Di questa segnalazione ne ha parlato anche “Storie Italiane“, trasmissione del daytime di Rai 1 condotta da Eleonora Daniele cui un telespettatore ha segnalato la stessa ragazza che vive in Ecuador. Anche i media locali stanno dando risalto a tale notizia: “Denise Pipitone è una ragazza italiana scomparsa il 1° settembre 2004 a Mazara del Vallo, in provincia di Trapani, in Italia. La piccola, che all’epoca aveva quasi quattro anni, è scomparsa mentre era vicino alla casa della nonna materna. Nei social network sono stati diffusi messaggi su Denise Pipitone vista in Ecuador”. Tuttavia, “nessuna autorità locale o nazionale è stata in grado di confermare questa notizia“.

LEGGI ANCHE –> ‘Nadrangheta: arrestato Rocco Morabito, tra i boss latitanti più pericolosi

Intanto in Parlamento è partita la raccolta firme, promossa dalla deputata del Pd Alessia Morani, per istituire una Commissione parlamentare d’inchiesta per fare luce sul caso della sparizione di Denise Pipitone. Come si legge nel testo della proposta, l’obiettivo è quello di verificare il materiale raccolto dalle testate giornalistiche e dalle inchieste sulla sparizione nonché esaminare la compiutezza e l’efficacia dell’attività investigativa, anche accertando se vi siano state eventuali inadempienze o ritardi nella direzione e nello svolgimento di esse. “La storia di Denise Pipitone, una bambina di allora soli quattro anni, è ormai quasi simbolica e non può più essere lasciata in balia di sensazionalismi, false piste, connivenze e opacità”, scrivono i deputati dem Alessia Morani e Carmelo Miceli.