Napoli-Spalletti, accordo vicino: pronto contratto da 3 milioni all’anno

0
1154

Il Napoli e Spalletti sembrano prossimi all’accordo. Ieri ADL ha detto di volere un tecnico italiano e per lui sarebbe pronto un biennale

Luciano Spalletti
Luciano Spalletti (Getty Images)

In molti avevano dato Sergio Conceiçao come prossimo allenatore del Napoli ora il nome più accreditato è quello di Luciano Spalletti. Il toscano in realtà è desiderato da De Laurentiis da tempo, già da gennaio quando fu paventato l’esonero di Gattuso. Anzi, il suo nome c’è sempre stato visto che ieri lo stesso presidente azzurro, parlando alla radio portoghese Rtp, ha detto che non ha mai considerato Conceiçao che definisce un buon allenatore, ma preferisce un italiano.

A questa affermazione il cerchio si è ristretto intorno a pochi e Spalletti è in pole. De Laurentiis ha ammesso che ci sono anche altri nomi e che decideranno entro venti giorni. Il tempo necessario in modo da essere tutti pronti entro il 15 luglio quando è prevista la partenza per il ritiro a Dimaro – Folgaria. Oltre a Spalletti un altro nome sarebbe Massimiliano Allegri ma la mancata qualificazione alla prossima Champions League chiuderebbe ogni trattativa con l’ex allenatore della Juventus.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Rino Gattuso nuovo tecnico della Fiorentina, è ufficiale

Spalletti al Napoli, la bozza del contratto

Getty Images

Ora l’accordo con il tecnico ex Roma e Inter sembra vicinissimo. Secondo la Gazzetta i legali del club sono già in contatto con quelli di Spalletti e stanno lavorando alla bozza del contratto: consisterebbe in un biennale da 3 milioni a stagione. Sembra quindi tutto fatto e questa volta non dovrebbe saltare tutto com’è successo con Conceiçao, allenatore con il quale ADL ha detto di non averci mai parlato.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Morto Tarcisio Burgnich, terzino destro della Grande Inter

Altre suggestioni di questi ultimi due giorni, da quando domenica sera era stato ufficializzato l’addio di Gattuso, volevano anche Maurizio Sarri. Più che un’ipotesi questa è un’idea perché alla piazza piacerebbe il suo ritorno, anche se non tutti sarebbero d’accordo.