Jorge Mendes, avere tutto partendo da niente

0
114

Jorge Mendes, avere tutto partendo da niente. La storia di uno dei procuratori sportivi più famosi del mondo.

Mendes Ronaldo con madre e figlio
Mendes Ronaldo con madre e figlio (Getty Images)

C’era una volta un giovane ragazzino che, come milioni di suoi coetanei, amava giocare a calcio. Questo bambino, come milioni di suoi coetanei, sognava di diventare un campione. Purtroppo, come milioni di coetanei, non riuscì a coronare il suo sogno e decise di fare altro. Con un colpo di fortuna concluse il suo primo affare, portando il suo socio Antonio Alberto al Lourosa, club di Seconda Divisione portoghese. Fondò allora la Gesti-Fute, società di procure calcistiche, che per lui rappresentava una nuova speranza lavorativa.

Ti potrebbe interessare>>>  Tullio Tinti, conosciamo meglio uno dei più importanti procuratori italiani

Da quel momento iniziò un’ascesa senza precedenti. Trattative su trattative, piccole piccole ma che poi diventavano sempre più grandi, sempre più importanti. Il suo nome cominciava a girare nel mondo del calcio portoghese e, piano piano, fuori dai confini lusitani. Passano gli anni e questo ragazzo divenuto uomo, scopre di essere un mago nelle trattative. Sa come convincere i calciatori, sa come coinvolgere familiari ed amici affinché la trattativa si concluda come lui desidera.

Passano gli anni e già qualche bel nome è incluso nella sua agenda personale. Ma deve ancora arrivare il tempo della consacrazione. Anno 2004, Mendes riuscì nell’impresa di portare Mourinho, Paulo Ferreira, Costinha e Tiago al Chelsea . E, tanto per gradire, condusse al Barcellona un certo Deco dopo averlo preso dal quasi sconosciuto Alverca. Ora tutti sanno chi è e cosa è in grado di fare. Ma è di un anno prima l’autentico capolavoro di Jorge Mendes, il suo colpo del secolo.

Jorge Mendes e il capolavoro Cristiano Ronaldo

Jorge Mendes Cristiano Ronaldo
Jorge Mendes Cristiano Ronaldo (Getty Images)

Anno 2003. Un ragazzino gioca nello Sporting Lisbona, non ha un bel sorriso perché i suoi denti sono storti, ma ha stoffa e promette bene. Jorge Mendes lo fa salire su un aereo. Destinazione Regno Unito, città Manchester. L’Old Trafford diventerà la sua casa, Alex Ferguson sarà il suo maestro, il Manchester United sarà l’inizio di una straordinaria carriera. Il ragazzino era portoghese come lui ed il suo nome era Cristiano Ronaldo.

Ti potrebbe interessare >>>  Calciomercato Juventus, Ronaldo a giugno sarà ceduto al PSG: i dettagli

L’attaccante che ora milita Juventus, forse ancora per pochi giorni, è la punta di un iceberg di colossali proporzioni. Il giro d’affari della sua società Gesti-Fute è di poco inferiore al mezzo miliardo di euro e comprende i grandi giocatori come Di Maria, James Rodriguez, Falcao, Thiago Silva, Diego Costa. La sua unicità? Quella di far sentire i suoi campioni importanti, come le celebrità del cinema o della musica. Sono delle star e lui le tratta come star. e loro sono contenti. Infinitamente contenti.