Tre regioni bianche da lunedì, quattro dal 7 giugno e sei dal 14

0
648

Sardegna, Molise e Friuli Venezia Giulia saranno le prime tre Regioni bianche da lunedì 30 maggio, attesa per le altre regioni. Ecco cosa cambia e cosa si potrà fare.

I dati del Covid continuano finalmente a diminuire e in Italia a partire da lunedì 31 maggio ci saranno per la prima volta tre regioni in zona bianca. Saranno MoliseSardegna Friuli Venezia Giulia le prime a veder cadere tutte le restrizioni. Resteranno in vigore soltanto il distanziamento e l’utilizzo delle mascherine. Questi sono i propositi con il quale alla metà di giugno si dovrebbe trovare il 50% del Paese.

Cosa si può fare nelle zone bianche

Le Regioni che avranno lo status di zone bianche potranno riaprire quasi tutto. Pierluigi Lopalco, epidemiologo e assessore alla Sanità della Regione Puglia, tranquillizza chi si trova ancora in zona gialla: “La progressione verso la zona bianca, possibile con 3 settimane con bassa incidenza, è dettata da un principio di prudenza. Credo che la scelta sia stata ponderata bene”

In zona bianca via libera a matrimoni e cerimonie, parchi tematici e di divertimento, fiere ed esposizioni, corsi di formazione, piscine coperte, impianti sportivi al chiuso, centri benessere, convegni e congressi, centri culturali, sale giochi, bingo, sale scommesse e casinò. I governatori di Friuli Venezia Giulia, Molise e Sardegna stanno lavorando ad alcune ordinanze che prevedono di riaprire anche le discoteche: il provvedimento prevede che i gestori delle discoteche saranno autorizzati solo per i servizi di bar e ristorante ma non sarà possibile ballare in pista.

POTREBBE INTERESSARTI: AIFA: “AstraZeneca sicuro per gli under 60 dopo seconda dose”

Covid, in Regioni “bianche” le discoteche riaprono ma non si potrà ballare

Discoteche aperte per le tre Regioni che diventeranno “bianche”, secondo il prossimo monitoraggio. E’ quanto dispongono le ordinanze a cui stanno lavorando i presidenti di Friuli Venezia Giulia, Molise e Sardegna. Il provvedimento, che riguarda la riapertura di tutte le attività da lunedì nel rispetto delle linee guida, prevede che i gestori saranno autorizzati solo per i servizi di bar e ristorante, ma non sarà possibile ballare in pista.