Troppi contagi da Covid, niente Coppa America in Argentina

0
56

Per effetto della recrudescenza dell’epidemia di Covid in Argentina, la Conmebol ha sospeso l’organizzazione della Coppa America in Argentina

(Getty Images)

Il Sudafrica ha intensificato le misure anti-Covid nel timore di dover fronteggiare una terza ondata di contagi dal virus cinese: quattro delle sue nove province, tra cui il Gauteng dove si trovano Johannesburg e Pretoria, le città più popolose, stanno già facendo i conti con la terza ondata di infezioni. Lo ha reso noto il Presidente sudafricano, Cyril Ramaphosa, annunciando la stretta a livello nazionale. Il Sudafrica, con 1.65 milioni di casi, 56.363 decessi e con solo poco più dell’1% della popolazione vaccinato, è ufficialmente, visto che i dati epidemiologici di molti Paesi africani non vengono considerati attendibili dalla comunità scientifica per l’assenza di un sistema sanitario che rispetti i più elevati standard internazionali, lo Stato più colpito del continente nero.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Covid, Speranza: “Molto probabile la terza dose del vaccino”

Da un continente all’altro: due settimane prima dell’inizio della Coppa America, la più importante competizione calcistica sudamericana per le Nazionali, la Confederazione sudamericana di calcio, la Conmebol, ha deciso che il torneo non si svolgerà in Argentina, come era invece previsto, proprio a causa della recrudescenza dell’epidemia di Covid-19.

Covid, niente Coppa America in Argentina. Il comunicato della Conmebol

“La Conmebol informa che, viste le circostanze attuali, ha deciso di sospendere l’organizzazione della Copa América in Argentina“, si legge nel comunicato. La confederazione precisa che sta vagliando “l’offerta di altri Paesi, tra cui il Cile, che hanno manifestato interesse a ospitare il torneo continentale”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Denunciati 298 furbetti del Reddito di Cittadinanza: c’è anche 1 detenuto

L’Argentina avrebbe dovuto organizzare il torneo insieme alla Colombia ma i violenti scontri, con decine di morti, centinaia di feriti e violenze sessuali denunciate da molte manifestanti, che da oltre un mese stanno infiammando le principali città colombiane hanno reso impossibile tale progetto. D’altronde, il Ministro della Salute argentino, Carla Vizzotti, ha recentemente messo in guardia circa le difficoltà di organizzare la rassegna calcistica continentale in un Paese che, con una media di 40 mila contagi al giorno, sta fronteggiando il picco dell’epidemia di Covid. Per questi motivi, secondo un sondaggio diffuso venerdì scorso, il 70% degli argentini è contrario all’organizzazione della Coppa America nel proprio Paese.