La morte di Salvatore Daniele, il fratello di Pino: la causa del decesso

0
139

La morte di Salvatore Daniele, fratello di Pino, nella sua casa di Napoli. La stessa dove aveva abitato suo fratello Pino. 

Pino-Daniele-Terra-Mia Copertina
Pino-Daniele-Terra-Mia Copertina (Google)

Il cuore. Benedetta e maledetta pompa di vita e di morte. Quel cuore che il 4 gennaio 2015 ha smesso di pompare vita nel petto di Pino Daniele , ha terminato il suo compito anche nel corpo di Salvatore Daniele, fratello del grande cantautore napoletano. Ai funerali di Pino, fu proprio Salvatore a ricordare come tutti i sei fratelli Daniele fossero cardiopatici. Salvatore Daniele se n’è andato nella sua casa di Napoli, a San Giovanni Maggiore Pignatelli, nel centro storico di Napoli.

Ti potrebbe interessare>>>  Franco Battiato: Villa Grazia diventerà bene culturale

Il cuore. Croce e delizia dei napoletani. Quel cuore che pulsava forti emozioni ogniqualvolta si ascoltava la voce di Pino Daniele, si guardava un film di Massimo Troisi o si restava a bocca aperta ammirando le magie di Diego Armando Maradona. Il cuore, che è passione allo stato puro, è il muscolo più amato dai napoletani, che di passione si nutrono come i neonati di latte materno.

Salvatore-Daniele e lo striscione anti - Lega
Salvatore-Daniele e lo striscione anti – Lega (Google)

Il cuore. Ancora una volta ha tradito un uomo appassionato. Salvatore Daniele aveva soltanto 56 anni, era uno dei fratelli minori di Pino, praticamente un clone data la loro straordinaria somiglianza, amatissimo dal più celebre fratello. La sua immagine rimarrà nella storia della musica. Il suo volto, quello di Salvatore Daniele, appare infatti sulla copertina del primo album di Pino Daniele, “Terra mia”. Un album straordinario, datato 1977. Bastano due titoli per farlo assurgere ad uno degli album più belli in assoluto della canzone d’autore italiana: Napule è e Terra mia.

La morte di Salvatore Daniele il fratello di Pino

Il cuore. Salvatore Daniele abitava nella casa dove aveva abitato anche sua madre e suo fratello Pino. Il balcone di quella casa divenne famoso per via di un lenzuolo utilizzato a mo’ di striscione che lo stesso Salvatore affisse e che era un attacco chiaro e preciso al partito politico della Lega. Salvatore utilizzò le parole del testo di O’ Scarrafone , canzone di suo fratello Pino, che recitavano: Questa Lega è una vergogna.

Ti potrebbe interessare>>>  Fedez contro la Lega: “Ecco le loro frasi omofobe”, Salvini risponde

Il cuore che li ha portati via da questa valle di lacrime, ora li vedrà tutti e quattro insieme. Staranno già ridendo, scherzando e cantando davanti ad una bella pizza napoletana, Salvatore e Pino Daniele, Massimo Troisi e Diego Armando Maradona, stàteve bbuone.