Scomparsa di Antonello Patti, 32 anni dopo si riapre il caso

0
180

La vicenda della scomparsa di Antonello Patti, 32 anni dopo si riapre il caso: scappato negli Usa per seguire l’ex moglie di Tom Cruise?

Antonello Patti

Un ragazzo siciliano, Antonello Patti, aspirante attore, a soli 21 anni è scomparso nel 1989. Sono passati 32 anni e di lui non si è mai saputo nulla. Secondo la sua famiglia, il giovane aveva appena finito di lavorare come comparsa nel film Dimenticare Palermo, per la regia di Francesco Rosi, basato sull’omonimo romanzo di Edmonde Charles-Roux.

Ti potrebbe interessare –> Denise Pipitone e quell’incidente stradale mai chiarito

Nel cast del film, c’erano come protagonisti principali James Belushi e Mimi Rogers, che allora era sposata con Tom Cruise. Proprio alla donna si rivolgono i familiari del ragazzo scomparso, che oggi dovrebbe essere un uomo di 53 anni. Secondo la madre, il figlio si era infatti invaghito dell’attrice. Anzi i due avrebbero avuto addirittura un flirt.

Ti potrebbe interessare –> Denise Pipitone, l’avvocato in diretta: “7 persone conoscono la verità”

Il caso della scomparsa di Antonello Patti: scappato con Mimi Rogers?

Per supportare questa sua tesi, la donna ha mostrato qualche anno fa, nel corso della trasmissione ‘Chi l’ha visto’, una foto di una rivista in cui si spiega che l’attrice aveva lasciato Tom Cruise per un uomo italiano di nome Antonello. Solo che quell’uomo ritratto insieme a Mimi Rogers non è Antonello Patti. Ma mamma Maddalena, intervistata anche oggi da ‘Chi l’ha visto?’, spiega di immaginarsi il figlio “lontano” e sottolinea: “Non è in Italia”.

La madre dell’uomo non sembra intenzionata ad arrendersi nella ricerca della verità: “Mio figlio non c’è un giorno che io non lo penso, che prego la Madonna e Gesù, di darci una mano e guidarlo loro dove sia sia, di proteggerlo sempre”. Il fratello di Antonello Patti sottolinea: “Sono passati 32 anni e non si è saputo più niente”. Qualche anno fa, anche Francesco Rosi, regista del film, venne interpellato sulla scomparsa di quel giovane, ma ha sostenuto di non essere in grado di ricordare. Invece, cinque anni dopo la scomparsa, la mamma del giovane avrebbe ricevuto una telefonata muta e solo alla fine della chiamata una voce maschile avrebbe detto “Ho parlato”, prima di riattaccare. Per mamma Maddalena, quella era la voce di suo figlio.