Previsioni Meteo, due perturbazioni sull’Italia: allerta in cinque regioni

0
397

Due perturbazioni, una atlantica e una settentrionale penetrano con forza all’interno dell’Italia in questa domenica 6 giugno scatenando piogge, temporali e temperature in discesa: di seguito le principali previsioni meteo di oggi.

Previsioni Meteo Giuliacci 6 giugno

I dati del bollettino ufficiale del Dipartimento Nazionale per la Protezione Civile di sabato 5 giugno e valido per domenica 6 giugno indicano un avviso di meteo avverso a cui si unisce una allerta di livello giallo su Veneto, Emilia Romagna, Umbria, Marche ed Abruzzo.

—>>> Leggi anche Giornata mondiale dell’ambiente: tutte le iniziative

Ancora ansia per l’attività vulcanica dello Stromboli. Anche sull’isola l’allerta è stata elevato a livello giallo.

Le previsioni meteo del 6 giugno dell’Aeronautica Militare

Passiamo ora a quello che succede nei singoli settori del Paese con l’ausilio dei dati del bollettino ufficiale del servizio meteo dell’Aeronautica Militare del 6 giugno

Nord Italia: – Allerta meteo di livello giallo su Veneto ed Emilia Romagna. Maltempo su tutto il resto del settore ed in particolare su Liguria e Lombardia dove sono previsti rovesci e temporali anche intensi. I fenomeni saranno in attenuazione dalle prime ore della sera.

Centro Italia e Sardegna: – Allerta meteo di livello giallo su Umbria, Marche ed Abruzzo. Cielo molto nuvoloso sulla Sardegna, deboli precipitazioni sul resto del settore con possibili rovesci fino a temporali nel pomeriggio e alla sera.

Sud Italia e Sicilia: – Velature spesse ed estese su tutte le regioni peninsulari del meridione a cui dal tardo pomeriggio darà seguito un netto peggioramento con piogge e temporali, in particolare su Molise, Campania e Puglia.

Le temperature

Le temperature minime sono in netto calo su tutta Italia ed in particolare su Alpi e prealpi e sulla dorsale appenninica. Le temperature massime sono stazionarie e nella media stagionale ad eccezione della lieve diminuzione prevista su Liguria, Emilia Romagna e Lazio. Leggero aumento su Valle d’Aosta, Calabria e Sicilia.