Rimini, 15enne violentata in spiaggia da coetanei

0
81

Una 15enne ha denunciato di essere stata violentata, sulla spiaggia adiacente al porto di Rimini, da un branco di suoi coetanei

(Getty Images)

Fra poco meno di due settimane sarà estate anche per il calendario, eppure, per effetto dell’alleggerimento delle misure restrittive in seguito al netto miglioramento del quadro epidemiologico, già da qualche giorno molti nostri connazionali si sono riversati sulle spiagge, di conseguenza sono ritornate le serate in riva al mare e purtroppo anche le  violenze sessuali: una 15enne di Rimini ha denunciato uno stupro di gruppo da parte di alcuni suoi amici, suoi coetanei.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Covid Italia, Sileri: “Stop a certificati e richieste tamponi con 50% vaccinati”

Lo stupro di gruppo si sarebbe consumato sulla spiaggia adiacente al porto della città romagnola. La ragazzina ha trascorso la serata in compagnia degli amici in un locale del Lungomare per poi dirigersi in spiaggia insieme ad altre persone, tutte minorenni.

Rimini, 15enne violentata in spiaggia da coetanei. Indagini a ritmo serrato per identificare i componenti del branco

Alla presenza del padre, la ragazzina ha denunciato la violenza subita agli agenti di polizia intervenuti sul posto, subito dopo, in lacrime e sotto choc, è stata accompagnata in Pronto soccorso dove i sanitari hanno attivato il protocollo anti-stupro.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Oscurato il sito Sanctioned Suicide: il drammatico scopo degli ideatori

La ricostruzione dei fatti è ancora frammentaria, tuttavia, secondo indiscrezioni, la 15enne si sarebbe appartata in una zona riservata della spiaggia nei pressi della ruota panoramica insieme a un amico dove poi sarebbe stata raggiunta dagli altri ragazzi che, stando al suo racconto, sarebbero suoi coetanei. Ma non vi sono certezze anche perché gli i inquirenti mantengono lo stretto riserbo visto che tutti i protagonisti coinvolti in questa complessa e delicata vicenda sono giovanissimi tanto che la denuncia è già stata trasmessa alla Procura per il Tribunale dei Minori di Bologna. Intanto, le indagini degli investigatori si stanno concentrando sia sull’identificazione dei ragazzi che erano con la 15enne sia sulla possibilità di rintracciare qualche testimone nonché sulla visione dei filmati delle telecamere di sicurezza.