Denise Pipitone, un testimone scagiona Anna Corona: “Ecco dov’era”

0
199

Secondo il cuoco dell’albergo in cui Anna Corona lavorava, la donna il giorno della scomparsa di Denise Pipitone aveva pranzato lì.

densie pipitone, testimone scagiona anna corona

Il 1° settembre 2004, nella mattina in cui Denise Pipitone scomparve nel nulla da Mazara del Vallo, Anna Corona si trovava nell’hotel Ruggero in cui lavorava. A dirlo è lo chef della struttura alberghiera, Paolo Austero, all’inviata Lucilla Masucci de La Vita in Diretta. Alla luce della sua testimonianza resterebbe da capire il motivo per cui proprio quel giorno la firma della donna sia stata falsificata da una sua collega e il motivo per cui le sue due figlie l’avessero raggiunta lì. Le indagini, riaperte recentemente dalla Procura, vanno avanti tenendo conto di qualsiasi elemento e senza escludere alcuna ipotesi.

Ti potrebbe interessare anche -> Denise Pipitone, la guardia giurata fa un’importante rivelazione

Denise Pipitone, la testimonianza che scagionerebbe Anna Corona

Denise Pipitone è nata dalla relazione extraconiugale tra Piero Pulizzi e Piera Maggio. Durante i 17 anni di indagini, nonostante l’archiviazione a processo, Anna Corona è sempre rimasta al centro dei sospetti. La testimonianza del cuoco dell’hotel in cui la donna lavorava scagionerebbe però la sua posizione, fornendole un alibi rilevante. “Quel giorno ho visto Anna Corona a pranzo – ha detto Austero durante la trasmissione condotta da Alberto Matano – era lì con noi, mi sembra strano sia stata lei”.

Secondo la testimonianza del proprietario dell’Hotel Ruggero, intervistato nelle puntate precedenti de La Vita in Diretta, l’ex moglie di Piero Pulizzi quella mattina era rimasta in albergo fino a mezzogiorno. “Il personale mangiava a quell’ora – ha sottolineato – lo ricordo perché a pranzo prese della frutta che era per i clienti, l’ho richiamata e gliel’ho fatto notare”.

Ti potrebbe interessare anche -> Denise Pipitone, un testimone anonimo parla a Chi l’ha visto? Hanno paura dei Corona

L’uomo si è detto di essere certo che fino a quell’ora si trovasse lì, ma non è sicuro che al termine del pranzo si sia poi trattenuta: “Non posso mettere le mani sul fuoco”. Secondo il proprietario dell’hotel però se Anna Corona quel giorno è uscita prima qualcuno l’ha sicuramente vista. “Qualcuno potrebbe aver visto qualcosa e non lo sta raccontando”, ha aggiunto Alberto Matano.