Galles-Svizzera 1-1, Moore risponde a Embolo: Tabellino e Highlights

0
545

Bale e compagni se la giocano alla pari con gli elvetici. Annullata una rete a Gavranovic

Galles-Svizzera: Tabellino e Highlights

Galles-Svizzera 1-1, Cronaca, Tabellino ed Highlights

Galles-Svizzera: Tabellino e Highlights – Con la seconda giornata di questi campionati europei scendono in campo anche le prossime avversarie del girone degli Azzurri, dopo che la Nazionale di Roberto Mancini ha travolto per 3-0 la Turchia nella giornata d’esordio. Svizzera e Galles si affrontano a Baku, capitale dell’Azerbaigian, con gli svizzeri favoriti dal punto di vista tecnico, ma con i gallesi che possono vantare giocatori come James, Ramsey e soprattutto Bale. Partenza forte per la squadra di Robert Page, per quanto gli elvetici riescano a non farsi sorprendere. Nel primo quarto d’ora la formazione di Vladimir Petkovic riesce a rialzare il baricentro, ma il primo pericolo è per il portiere svizzero Sommer, che in tuffo deve respingere un insidiosissimo colpo di testa di Moore, pescato perfettamente da un cross effettuato con il mancino da parte di James, il centrocampista esterno del Manchester United. In questa prima fase Svizzera ben più in difficoltà degli avversari, incapace di mettere in moto e servire i suoi talenti migliori, come Xhaka, Shaqiri e il giovane Embolo, penalizzati anche di ritmi molto bassi della gara fino a questo momento. Gli elvetici troppo disattenti anche nel reparto arretrato, rischiando in fase d’impostazione più del dovuto. Quasi completamente superflua la percentuale del 69% di possesso palla per la Svizzera nei primi venti minuti di gioco. Molto attenti i gallesi in difesa, capaci di rendere difficili le operazioni agli svizzeri, che di fatto non hanno mai creato pericoli dalle parti di Ward. Al 27′ ci prova Seferovic girandosi in area, ma contro la difesa schierata il tiro si spegne sul fondo a oltre un metro dalla porta gallese. L’atalantino Freuler è tra i più propositivi degli elvetici, ma non è facile trovare spazio tra le maglie strette della squadra di Page. Nella ripartenza gallese riesce a distinguersi ancora una volta James, uno di migliori della sua squadra, che riesce di fatto a saltare due avversari sulla corsia di sinistra. Schar è così costretto a spendersi un giallo, il primo del match, per fermare l’inarrestabile esterno dello United, altrimenti si sarebbe ritrovato agevolmente a tu per tu con l’estremo difensore elvetico Sommer. La Svizzera prova a impostare dopo la mezz’ora, ma il Galles schierato dietro la linea del pallone con tutti i suoi uomini riesce abilmente a neutralizzare i tentativi offensivi degli avversari. Tanti calci d’angolo per gli elvetici, ma nessun vero pericolo per la porta gallese. I ritmi di gioco restano comunque lenti, con la squadra di Page che in questa fase risulta però anche troppo passiva, senza riuscire a impostare e manovrare il gioco nella metà campo avversaria. Allo scadere della prima frazione di gioco è però la Svizzera ad avvicinarsi al gol, con Embolo che riesce nell’area piccola a servire Seferovic, ma il compagno di squadra calcia alto rispetto allo specchio della porta di Ward. Nulla da fare per sbloccare il punteggio prima dell’intervallo. Le squadre rientrano così negli spogliatoi sul risultato di 0-0 e la possibilità che i due allenatori intervengano già all’inizio della ripresa per qualche avvicendamento nelle loro formazioni.

La ripresa

Al rientro dagli spogliatoi, la Svizzera sembra aver trovato però un altro piglio per provare a superare la difesa del Galles, perché dopo soli quattro minuti di gioco è Shaqiri a servire ottimamente Embolo, che questa volta non sbaglia e porta in vantaggio i suoi. Una doccia fredda per il Galles, che fino a questo momento aveva tenuto bene. Ora Bale e compagni saranno costretti a essere molto più propositivi, nel tentativo di conquistare almeno il pareggio. Con la rete del vantaggio elvetico sembrano essersi alzati finalmente anche i ritmi di gioco. Con i gallesi che provano a recuperare e la Svizzera che gioca bene in contropiede. Dal 60′ in poi il Galles prova a spingere con maggiore convinzione, soprattutto con lo juventino Ramsey, ma ancora una volta è Embolo a sfiorare il raddoppio e la doppietta personale con un tiro a giro che termina di poco a lato rispetto alla porta di Sommer. Petkovic decide però di sostituire al 67′ Shaqiri, giocatore tecnico che in questo match ha dato meno di quanto ci si aspettasse. Al suo posto Denis Zakaria. Negli ultimi venti minuti l’approccio degli elvetici è ben più pigro, mentre i gallesi con determinazione piantano le tende nella metà campo avversaria, dopo un assedio fattosi minuto dopo minuto sempre più insistente, è proprio Moore di testa a sorprendere Sommer, piazzando il pallone con precisione all’interno del palo lontano. Tutto da rifare per gli svizzeri, per quanto il tecnico gallese Page abbia poco dopo sostituito James, un cambio abbastanza inspiegabile, dato che l’esterno del Manchester United era stato fino a quel momento uno dei migliori per il Galles, a lui il merito delle due ammonizioni rimediate di giocatori elvetici. Il giocatore infatti non è per nulla contento della sostituzione, chiedendo spiegazioni in maniera accesa allo stesso allenatore. Nel finale di gara più pericolosi i gallesi di una Svizzera impaurita, che non sembra essere più in grado di contrattaccare e di uscire dalla propria metà campo. Al posto di uno stanchissimo Seferovic, Petkovic inserisce Gavranovic, che a meno di un minuto dal suo ingresso in campo ripaga perfettamente la fiducia del suo allenatore, per quanto la sua deviazione in porta sia in posizione di offside. Il check del Var annulla così il vantaggio della Svizzera,, per quanto l’azione del neoentrato fosse stata provvidenziale per ridare speranza agli elvetici, a circa cinque minuti dl novantesimo. Nulla da fare per mister Petkovic, che sprona comunque i suoi a ripetersi nel finale di gara. All’88’ è ancora una volta Gavranovic ad arrivare al tiro, ma a inizio azione il guardalinee aveva segnalato, questa volta subito con la bandierina, un altro fuorigioco. A meno di un minuto dal recupero Bale pecca di egoismo in un’azione che poteva favorire il vantaggio gallese, mentre dall’altra parte Embolo, pur marcato da mezza difesa avversaria, riesce nuovamente a rendersi pericoloso di testa costringendo Ward a deviare in angolo un colpo di testa molto insidioso. La vivacità del finale trova ossigeno nei cinque minuti di recupero e non è escluso che il risultato possa nuovamente cambiare prima del triplice fischio. Nonostante i ripetuti tentativi della Svizzera nel finale, gli elvetici devono però accontentarsi di un solo punto. L’abnegazione dei gallesi ha ripagato la squadra di Page, che comunque in più occasioni aveva anche sfiorato la rimonta. L’Italia rimane così in testa al proprio girone, da sola con tre punti.

 

Potrebbe interessarti anche: Italia-Turchia 3-0: debutto europeo con bottino pieno

Segui gli Europei su Twitter

Galles-Svizzera: Tabellino e Highlights

Reti: Embolo 49′, Moore 73′

Galles (4-3-3): Ward, Davies, Mepham, Rodon, Roberts, Ramsey (Ampadu 92′), Allen, Morrell, James (Brooks 75′), Moore, Bale.
Allenatore: Robert Page

Svizzera (3-4-1-2): Sommer, Akanji, Schar, Elvedi, Rodriguez, Freuler, Xhaka, Mbabu, Shaqiri (Zakaria 67′), Seferovic (Gavranovic 84′), Embolo.
Allenatore: Vladimir Petkovic

Arbitro: Clement Turpin

Ammoniti: Schar, Moore, Mbabu

Espulsi: –

Highlights QUI